La Lazio affonda 3-0 a Bologna: il ritiro esalta Mihajlovic, Sarri senza Immobile non fa paura

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Doveva essere la partita della conferma dopo la vittoria contro la Roma e invece per Lazio si apre una nuova pagina da dimenticare il più in fretta possibile perché il 3-0 subito al Dall'Ara dal Bologna rappresenta non uno ma tre passi indietro rispetto a quanto fatto vedere in Europa nel derby. Il gol di Barrow nel primo tempo apre il primo taglio in cui, poco dopo si inserisce il raddoppio di Theate di testa su calcio d'angolo. Nella ripresa la papera di Reina sul 3-0 di Hickey e il rosso ad Acerbi che salterà Lazio-Inter completano un disastro annunciato però fin dalle prime battute.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Felipe Anderson: "Lavorando capiremo cosa vuole Sarri"

La Lazio, infatti, per tutti i 90 minuti ha prodotto pochissimo, probabilmente complice anche l'assenza di Immobile e un Muriqi apparso lontano dalla condizione migliore. Anzi, ogni volta che i biancocelesti recuperavano palla e provavano ad appoggiarsi al proprio centravanti il Bologna alzava il pressing forzando giocate che consentivano a esterni e braccetti della difesa a 3 di chiudere ogni spazio e ripartire. Il cambio tattico imposto da Mihajlovic funziona e proprio da un recupero sulla trequarti arriva il gol del vantaggio con il lancio verticale per Barrow bravo ad accentrarsi e lasciar partire un destro a giro imparabile all'angolino lontano.

Il gol è uno scossone che la Lazio subisce e poco dopo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, è Theate a scoccare il secondo affondo vincente segnando di testa il 2-0 che tramortisce i biancocelesti incapaci di reagire. I cambi di Sarri nella ripresa producono una timida reazione con Felipe Anderson (unico positivo in avanti) che prova ad innescare un Pedro e un Muriqi incapaci però di fare male. L'uscita di Milinkovic Savic e Luis Alberto, fantasmi di se stessi, elimina ogni riferimento in mezzo al campo e allora è ancora il Bologna a trovare la via del gol grazie ad una bella uscita nel traffico degli avanti che premia Hickey, servito sulla sinistra il cui tiro, tutt'altro che irresistibile, trova la papera di Reina per il 3-0.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Mihajlovic: "Contro Sarri come una una partita a scacchi"

La Lazio non reagisce più e anzi, affonda. Arnautovic e Acerbi iniziano un duello ravvicinato che l'italiano perde più volte innervosendosi al punto da sbottare con proteste oltre i limiti con Massa che non accetta le sue scuse e lo butta fuori con un rosso diretto che gli costerà almeno la prossima gara al rientro dalla sosta contro l'Inter. Il Bologna gestisce e controlla fino alla fine con Sinisa Mihajlovic che ritrova gli splendori di inizio campionato nel momento migliore facendo fruttare la settimana di ritiro imposta ai suoi

LE FORMAZIONI UFFICIALI Bologna (3-4-1-2): Skorupski; Medel, Soumaoro, Theate; De Silvestri, Dominguez, Svanberg, Hickey; Soriano; Arnautovic, Barrow. Lazio (4-3-3): Reina; Marusic, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Leiva, Luis Alberto; Pedro, Muriq, Felipe Anderson.​

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Felipe Anderson: "Senza Immobile sarà difficile"

      

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli