Bologna, ombre sul futuro di Mihajlovic: domani incontro con la dirigenza, ipotesi addio. Le parole

ll pareggio contro lo Spezia non è piaciuto alla dirigenza del Bologna, insoddisfatta dell'avvio di campionato dei rossoblù, ancora senza vittorie, e profondamente contrariata da quanto fatto finora. Secondo quanto riferito da Dazn, domani i vertici del club emiliano avranno un confronto con Sinisa Mihajlovic, per discutere dei correttivi e degli obiettivi, con qualche ombra sul futuro del tecnico, che potrebbe anche lasciare.

LE PAROLE DI MIHAJLOVIC - Intanto, il serbo ha parlato ai microfoni di Dazn dopo il match:

Un buonissimo secondo tempo del Bologna: come ha visto la squadra? "Quando facciamo gol poi smettiamo di giocare e torniamo tutti indietro. Non siamo saliti abbastanza con i quinti, cosa che abbiamo fatto nel secondo tempo. Non siamo mai stati aggressivi in avanti ed era questione di tempo prendere gol come poi è successo. Nel secondo tempo abbiamo continuato a giocare nonostante il gol subito e purtroppo non siamo riusciti a vincere".

Si aspetta un incontro con il presidente? "Non lo so se ci sarà un incontro. Io sono sempre a disposizione, poi vedremo quello che succede".

Ha parlato con i giocatori? "Dopo la partita delle volte parlo con i giocatori e altre aspetto il giorno dopo per analizzarla meglio. Delle cose magari a caldo non riesci a vederle".

Barrow ha fatto bene in fase difensiva, mentre in fase offensiva era troppo statico. "Da trequartista deve svariare e muoversi di più, perché più gioca e più giochiamo meglio. Si vede che non è in fiducia, ma io più di farlo giocare non posso. Lui è molto ordinato in fase difensiva, poi ha qualità e quando abbiamo la palla ci aspettiamo di più da lui. Forse sbaglio io nel gestirlo, da tempo ha alti e bassi".