Bomba al bus del Dortmund, parla Burki: "La notte non dormo, ho ancora paura"

Attentato Dortmund, Burki: "La notte faccio fatica a prendere sonno, ho ancora paura. Una cosa positiva l'averci messo a disposizione uno psicologo".

Quanto accaduto a Dortmund martedì scorso, con il bus della squadra giallonera colpito da alcuni ordigni, che hanno causato il ferimento di Marc Bartra, ha chiaramente lasciato strascichi psicologici non trascurabili in alcuni giocatori, in particolar modo nel portiere Roman Burki.

Il classe 1990 confessa di fare fatica a dormire la notte ripensando all'episodio. "La peggior cosa per adesso sono le notti. Non riesco a prendere sonno ed ho ancora paura. Sono molto contento che ci sia la mia famiglia con me, con loro posso parlare di tutto. Non ho comunque voluto seguire più nulla riguardo all'incidente in maniera tale da non essere ancora più appesantito".

Ma di ringraziare il fitto programma di impegni in maniera tale da non sedersi a pensare troppo. "Non mi sono potuto concentrare. Al termine della partita tutti abbiamo scaricato le nostre emozioni, sono uscite lacrime dal viso di ogni giocatore dello spogliatoio. Meglio avere un calendario di appuntamenti così fitto in maniera tale da non avere quasi mai il tempo di sedersi sul divano e ripensare a quello che è successo".

Da quel momento in poi salire sul bus della squadra ha un sapore diverso. "Chiaro che adesso le cose sono totalmente cambiate. Non salgo più sopra il bus con l'indifferenza di una volta, ma sto attento a tutti i rumori e guardo sempre fuori dal finestrino. L'unica nota positiva di questa vicenda è il fatto che adesso siamo ancora più uniti come squadra ed anche con la nostra tifoseria, quello che è successo contro l'Eintracht è stato da pelle d'oca".

Più di un giocatore, per superare il trauma, potrebbe decidere di rivolgersi ad uno psicologo. "Penso sia una cosa positiva che sia stato messo a disposizione uno psicologo. Ognuno poi potrà decidere in maniera autonoma se avvalersene o meno".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità