Booking.com: viaggiare al seguito delle partite rende più aperti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 lug. (askanews) - Più di due quinti dei tifosi di calcio italiani (44%) afferma che aver viaggiato per seguire una partita di calcio all'estero li ha resi più aperti a nuove esperienze. Oltre un terzo sostiene invece che questo evento abbia contribuito ad accrescere il loro senso di avventura e il desiderio di provare cose nuove (34%) e a sviluppare una passione per i viaggi (35%). Questi dati provengono da una nuova ricerca condotta da Booking.com in vista del Campionato Femminile UEFA EURO 2022.

Booking.com, spiega una nota, è il partner ufficiale per la prenotazione di alloggi del Campionato Femminile UEFA EURO 2022 e ha commissionato questa ricerca in occasione dell'inizio del torneo, che avverà mercoledì 6 luglio. Lo scopo della ricerca è conoscere meglio le opinioni dei tifosi di calcio europei e capire in che modo gli eventi calcistici internazionali diano forma alle passioni relative ai viaggi.

Data la sua esperienza nel settore, Booking.com sa bene quanto lo sport dal vivo rappresenti una fonte di ispirazione a viaggiare, ma il vero valore aggiunto di questo tipo di viaggi va ben oltre i 90 minuti di gioco e consiste nell'opportunità di vivere e scoprire altri Paesi e altre culture durante la trasferta.

Il legame tra calcio e viaggi si riflette anche nel mutato atteggiamento nei confronti della possibilità per le donne di partecipare a competizioni di alto livello all'estero. La ricerca rivela infatti che otto fan italiani su dieci (80%) sostengono che, grazie all'aumento dei tornei femminili, viaggiare per giocare a calcio professionalmente nel mondo è diventata un'ambizione importante per donne e ragazze.

Questa nuova percezione del calcio femminile emerge da diversi dati della ricerca di Booking.com: più di tre quarti dei tifosi di calcio italiani (71%) affermano infatti che molte delle giocatrici professioniste hanno lo stesso talento dei calciatori maschili.

Karen Carney, ambasciatrice della collaborazione tra Booking.com e il Campionato femminile UEFA EURO 2022™, ed ex giocatrice dell'Inghilterra: "È fantastico che la ricerca di Booking.com mostri che sempre più tifosi inglesi (in tutta Europa) stiano iniziando ad apprezzare la dedizione e le capacità delle giocatrici di calcio professioniste. È gratificante sapere che, secondo molti fan, diventare una giocatrice professionista sia un'aspirazione realistica per le giovani donne. Giocare a calcio a livello professionistico mi ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e di vivere esperienze straordinarie che non dimenticherò mai, e ha cambiato per sempre il mio modo di viaggiare, comprese le mete che scelgo. Spero che questo torneo dimostri alle donne e alle ragazze che giocare a calcio e prendere parte a competizioni di alto livello sono obiettivi che possono realizzare sul serio, se lo desiderano".

Arjan Dijk, Senior Vice President e Chief Marketing Officer di Booking.com, commenta: "Siamo molto felici di essere partner ufficiale per la prenotazione di alloggi del Campionato femminile UEFA EURO 2022™ e non vediamo l'ora che inizi. È un vero piacere assistere a questo crescente rispetto nei confronti del gioco femminile da parte degli appassionati di calcio e questa competizione non fa che accrescere il valore dello sport. Spero che tutti i tifosi che seguiranno le partite dal vivo o da casa potranno godersi al meglio quello che sarà uno spettacolo assicurato. Noi di Booking.com pensiamo che il calcio, come i viaggi, abbia il potere di ispirare e avvicinare le persone, ricordando agli appassionati di questo sport che esiste un mondo di culture, persone ed esperienze incredibili e diverse tutte da scoprire."

Il Campionato femminile UEFA EURO 2022, che si svolge in nove città inglesi, è iniziato il 6 luglio e terminerà il 31 luglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli