BoP: primo bollettino TCR, calano le Audi e ingrassano le Hyundai

Francesco Corghi
motorsport.com

Il Dipartimento Tecnico di WSC Group ha pubblicato il primo bollettino riguardante il Balance of Performance per tutte le vetture TCR che prenderanno parte ai relativi campionati nella stagione 2020.

Visto il propagarsi del Coronavirus, con conseguente cancellazione di numerosi eventi in tutto il mondo, non c'è stata una occasione concreta di effettuare un vero e proprio test, per cui i parametri restano provvisori fino a quando non sarà possibile apportare i necessari cambiamenti con il via libera di governi e federazioni.

Tutti i dati vengono quindi presi sulla base di quelli pubblicati nell'ultimo documento del 2019 (risalente ad ottobre) e in quello di gennaio 2020 emesso per le gare endurance disputate ad inizio anno.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

I cambiamenti più importanti riguardano principalmente le Audi e le Hyundai. Le RS 3 LMS con cambio sequenziale beneficiano di una riduzione di peso di 10kg (-40kg in totale) che le porteranno a correre su 1225kg.

Le due vetture della Casa coreana - i30 N e Veloster N - sono invece state valutate nei tre round del TCR Malesia e nel primo del TC America. Risultati alla mano, è emerso che entrambe dovranno caricare 20kg di zavorra in più, arrivando ad un totale di 40kg aggiuntivi (1305kg di peso).

Infine, sempre per le Hyundai, anche la pressione massima del turbo ha subito alcune variazioni, ma per avere un quadro completo della situazione bisognerà attendere il documento definitivo.

Ad oggi in attività ci sono TCR Asia Pacific e TC America (nel weekend rispettivamente impegnati a Melbourne e St. Petersburg), mentre la prossima settimana è nuovamente il turno delle TCR che affrontano l'IMSA Michelin Pilot Challenge, nella gara endurance di Sebring, e quelle del primo round del VLN (rinominato Nürburgring Langstrecken Series).

Tutto però è in divenire e da qui alle prossime ore potrebbero arrivare ulteriori cancellazioni o spostamenti proprio per via del marasma legato al Coronavirus.

Potrebbe interessarti anche...