Dortmund ko, Tuchel commenta così: "Totalmente spaesati"

Tuchel commenta la sconfitta del Dortmund contro il Monaco: "Quando ci hanno detto che avremmo dovuto giocare eravamo spaesati". Ma l'UEFA non ci sta.

La paura a Dortmund è ancora tanta ma, a meno di 24 ore dall'attentato in cui è rimasto ferito il difensore Bartra, Borussia e Monaco sono scesi in campo per l'andata dei quarti di Champions League, con i tedeschi che hanno dovuto soccombere per 3-2 contro i ragazzi di Jardim.

Il tecnico giallonero Tuchel si è espresso in maniera polemica, nel pre-partita, riguardo la necessità di scendere in campo così presto dopo quanto accaduto nella giornata di martedì: "Ci sono sentimenti diversi nella squadra, chi non ha avuto problemi e chi sta convivendo con la paura. Speravamo di avere più tempo per fronteggiare una situazione del genere, ma qualcuno in Svizzera ha deciso che dovevamo giocare per forza. Non è molto corretto... ".

Un concetto espresso nuovamente ai microfoni di Sky Sport anche al termine del match: "Si è trattato solamente del primo round, c'è da giocare ancora la gara di ritorno. Non abbiamo perso le nostre speranze di qualificazione. C'è anche da dire che il loro secondo goal era in fuorigioco.

Giocare oggi? Quando ci hanno detto che sarebbe stato il nostro turno per scendere in campo oggi pomeriggio ci sentivamo totalmente spaesati ed ignorati, siamo comunque stati molto coraggiosi, anche se non abbiamo ancora dimenticato quello che è successo. Vogliamo ancora combattere per insegure ancora il nostro sogno chiamato Champions League".

A Tuchel però dopo qualche ora ha risposto direttamente l'UEFA negando di avere obbligato il Borussia Dortmund a giocare: "La decisione è stata presa in accordo con entrambi i club e le autorità. Noi siamo rimasti in contatto con tutte le parti e nessuno ci ha chiesto di non giocare la partita".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità