Botti di Capodanno, un 13enne è morto ad Asti

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

E' di un morto e di 79 feriti, dei quali 23 ricoverati, il bilancio del Capodanno 2021 secondo i dati forniti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Dati che registrano una diminuzione, definita "lieve" rispetto al 2020. L'anno scorso il bilancio era stato di un morto e 204 feriti, dei quali 38 ricoverati.

La vittima, ad Asti in Piemonte, è un 13enne, morto per lo scoppio di una batteria di petardi che lo ha colpito all'addome.

E' accaduto in via Guerra, nel campo nomadi dove il bambino viveva. Soccorso immediatamente e trasportato all'ospedale, è arrivato al Pronto soccorso già in arresto cardiaco e per lui non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. In ospedale, i familiari che avrebbero voluto vedere il ragazzo, hanno danneggiato alcune strutture nel parcheggio e nelle sale del Pronto soccorso.

Donna ferita alla testa nel Napoletano

Sono stati 8 nelle ultime ore i feriti, tra Napoli e provincia, provocati dai botti di Capodanno: tre sono stati registrati nel capoluogo e cinque nell'hinterland. Tra loro, c'è una donna ferita alla testa, da un corpo metallico che le si è conficcato tra fronte e naso: in un primo momento si era pensato a un proiettile vagante, ma i successivi accertamenti fanno pensare piuttosto a una scheggia, frutto dell'esplosione di un botto. La donna di 52 anni è stata prima medicata all'ospedale di Giugliano e poi trasferita al Cardarelli.

GUARDA ANCHE: Allerta massima per le feste di fine anno

Milano

La fine del 2020, a Milano e nel Milanese, sembra segnare un minimo storico di botti e feriti rispetto alla media. Secondo i primi dati nel passaggio al 2021 si è festeggiato molto meno con circa "la metà degli interventi del 118 per un Capodanno normale": gli unici due episodi gravi riguardano un uomo che ha perso due dita, ieri pomeriggio, armeggiando un petardo, e due feriti da colpi d'arma da fuoco, entrambi albanesi, nel corso di un episodio - secondo i primi accertamenti - di criminalità.

GUARDA ANCHE: Capodanno blindata ma a Wuhan...

I numeri dei Vigili del fuoco

In netta diminuzione gli interventi dei vigili del fuoco: 229 contro i 686 dello scorso anno. La variazione, sottolineano gli stessi vigili del fuoco, è legata alle misure restrittive per fronteggiare la pandemia da Coronavirus. Il numero maggiore anche quest'anno nel Lazio 45 (lo scorso anno furono 171), Campania 40, Puglia 24, Veneto 19, Lombardia 18, Sicilia 17, Liguria 16.