Bove, Darboe e Zalewski richiesti sul mercato: il piano della Roma

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Nella giornata di giovedì la Roma ha annunciato tre rinnovi: Edoardo Bove, Nicola Zalewski e Ebrima Darboe. Un segnale importante per il futuro: 'Noi ripartiamo da loro' sembra dire la società. Giovani di qualità che oggi si stanno inserendo in prima squadra un po' alla volta, e che nei prossimi anni possono diventare punti fermi della Roma del futuro. Già da tempo la società stava lavorando al prolungamento dei tre ragazzi, Bove e Zalewski hanno allungato il contratto fino al 2025, Darboe fino al 2026.

IN RAMPA DI LANCIO - Programmazione è la parola chiave dalle parti di Trigoria: Mourinho li osserva in allenamento e pensa al percorso migliore per questi ragazzi che hanno debuttato tutti e tre a maggio scorso. Bove è nel settore giovanile della Roma da quando ha 10 anni, e l'esordio in Serie A contro il Crotone è stato il coronamento di un sogno. Non se lo scorderà più. La prima partita di Zalewski con la Roma è stata la semifinale di ritorno di Europa League contro il Manchester United. Rischio di bruciarsi? Macché, il classe 2002 ha giocato alla grande propiziando anche l'autogol degli avversari. E ad appena 19 anni ha già giocato 7 gare con la Polonia. Sono 11, invece, le partite giocate da Darboe con la maglia del Gambia. Vera propria intuizione di Fonseca, il centrocampista classe 2001 si sta inserendo anche negli schemi di Mourinho e ha già scavalcato Villar nelle gerarchie del portoghese.

IL PIANO - La Roma li ha messi in vetrina e ci sono alcune società che si sono già mosse per provare a prenderli a gennaio: Darboe piace molto a Pisa e Spezia (ha quattro sessioni di mercato bloccate ma stanno provando a sbloccare qualcosa), ma occhio anche alla pista estera con il pressing del Bruges; per Bove è già arrivata qualche richiesta dalla Serie B e anche Zalewski è nel mirino di diversi club. I giallorossi, però, al momento vorrebbero tenerli. Per seguire da vicino la crescita di questi gioielli made in Trigoria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli