Boxe, morto il pugile Hugo Santillan

Boxe, morto il pugile Hugo Santillan
Boxe, morto il pugile Hugo Santillan

Settima decisamente nera per la boxe. Dopo la tragica morte del pugile russo Maxim Dadashev ci lascia anche il 23enne argentino Hugo Santillan. La scomparsa arriva a seguito di un durissimo match contro il campione uruguaiano Abreu.

Morto Hugo Santillan

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il pugile argentino Hugo Santillan è morto cinque giorni dopo l’incontro con il campione uruguaiano Eduardo Abreu. Il pugile, originario di Santa Fe, aveva solo 23 anni. Il pugile ha perso i sensi alla fine del combattimento. Nel preciso istante in cui lo speaker stava proclamando il vincitore. Per Hugo Santillan è stato provvidenziale l’utilizzo dell’ossigeno per rianimarlo dopo essere crollato tra le braccia del suo allenatore. Al termine dell’incontro è stato subito portato in ospedale, dove è arrivato con in arresto cardiocircolatorio. Il pugile argentino non è più uscito da quel coma e dopo un breve calvario, si è spento.

Maxim Dadashev

Nella giornata del 19 Luglio 2019, un altro lutto ha colpito il mondo della boxe, Maxim Dadashev. Il pugile russo è deceduto a causa delle ferite rimediate durante l’incontro di Venerdì 12 Luglio 2019 con Subriel Matias nella categoria superleggeri Ibf a Oxon Hill, nel Maryland.

Il combattimento era stato sospeso alla fine dell’undicesima ripresa per la decisione dell’allenatore di Dadashev, Buddy McGirt. L’allenatore aveva capito che il ragazzo non poteva continuare. Sono ancora numerosi i dubbi sul fatto se il match si sarebbe potuto interrompere prima. Il pugile era stato poi ricoverato con un’emorragia cerebrale e sottoposto a un’intervento di urgenza ma anche in questo caso, non è riuscito a salvarsi.

Potrebbe interessarti anche...