Brescia, Balotelli già ai saluti? Spunta il possibile addio a gennaio

Le dichiarazioni di Cellino su Balotelli scatenano le polemiche, arriva una nota del Brescia: "Una battuta, voleva proteggerlo e sdrammatizzare".
Le dichiarazioni di Cellino su Balotelli scatenano le polemiche, arriva una nota del Brescia: "Una battuta, voleva proteggerlo e sdrammatizzare".

Quello di Mario Balotelli non è stato un inizio di stagione in discesa. In attesa di vederlo esprimersi al massimo delle proprie possibilità in campionato, inizia a farsi largo la possibilità che sia già in qualche modo finito l’idillio con il Brescia.

Alcuni episodi delle ultime settimane e soprattutto la decisione di Fabio Grosso di allontanarlo giovedì dall’allenamento, hanno certamente reso la situazione più complicata. Balotelli nel pomeriggio di venerdì è tornato a lavorare con i compagni e l’occasione è stata quella giusta per avere un confronto con Massimo Cellino.

Come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', l’atmosfera è parsa generalmente serena, ma quando si è passati al lavoro sulla parte tattica, Super Mario, al pari di altri compagni, non è stato preso in considerazione. La sensazione è quella che non rientrerà nella lista dei convocati per la sfida con la Roma e che questo fine settimana verrà sfruttato per cercare di capire che per restare al Brescia servirà un atteggiamento diverso.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Cellino, nel suo colloquio con Balotelli, avrà probabilmente manifestato il suo disappunto e spiegato qual è il modo per ripartire. In attesa di capire se la situazione tornerà alla normalità, iniziano a girare le prime voci legate ad un possibile addio già a gennaio.

Una mancata convocazione per la partita con la Roma, potrebbe anche aprire a nuovi scenari. Raiola per il momento non è ancora entrato in azione ed è complicato al momento capire quale club potrebbe eventualmente puntare su Balotelli. Una possibile strada - svela la 'Gazzetta' - potrebbe condurre in Turchia al Galatasaray, mentre al momento non lo attrae l’ipotesi Cina.

Nel corso dell’estate il Flamengo aveva deciso di muoversi con forza per lui, ma adesso quell’opzione è venuta meno. Quello che è certo è che in caso di addio in termini contrattuali andrà chiesta l’autorizzazione a Cellino, e starà proprio eventualmente al numero uno del Brescia poi decidere se liberarlo a parametro zero o meno.

Potrebbe interessarti anche...