Bufera su Cellino, la difesa del Brescia: "Balotelli è nero, lavora per schiarirsi? Una battuta"

Le dichiarazioni di Cellino su Balotelli scatenano le polemiche, arriva una nota del Brescia: "Una battuta, voleva proteggerlo e sdrammatizzare".
Le dichiarazioni di Cellino su Balotelli scatenano le polemiche, arriva una nota del Brescia: "Una battuta, voleva proteggerlo e sdrammatizzare".

Massimo Cellino, presidente del Brescia, ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine dell'Assemblea della Lega di Serie A. Il focus principale è stato, manco a dirlo, Mario Balotelli.

"Cosa volete che vi dico su di lui? È nero, sta lavorando per schiarirsi ma è in difficoltà. Non possiamo pensare che un giocatore da solo salvi una squadra, faremmo un torto proprio alla squadra".

Parole che hanno immediatamente fatto insorgere molti, tanto che poco dopo il Brescia è stato costretto a chiarire il pensiero del presidente Cellino con una nota ufficiale.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Brescia Calcio precisa trattasi evidentemente di una battuta a titolo di paradosso, palesemente fraintesa, rilasciata nel tentativo di sdrammatizzare un’esposizione mediatica eccessiva e con l’intento di proteggere il giocatore stesso"

Cellino inoltre ha analizzato nel complesso la situazione di Balotelli, incolpando anche Fabio Grosso.

"L'allenatore però ha sbagliato in conferenza stampa, ha parlato solo di Mario Balotelli e non della squadra. L'ho comprato perchè poteva essere un valore aggiunto, invece sta diventando un punto di debolezza per la sovraesposizione mediatica. Deve dare risposte sul campo, non sui social. Ma non è il capro espiatorio della difficile situazione del Brescia”.

Insomma, Cellino sembra ancora ben propenso a dare una seconda chance a Mario Balotelli, che però deve rispondere quanto prima sul campo.

Potrebbe interessarti anche...