Brescia, Grosso su Balotelli: "Decido io se gioca, non basta calciare in porta"

Nel Brescia c'è Mangraviti titolare a sorpresa, fuori Bisoli. Atalanta con Castagne terzino e Masiello in difesa, Ilicic dal 1'. Fuori Freuler.
Nel Brescia c'è Mangraviti titolare a sorpresa, fuori Bisoli. Atalanta con Castagne terzino e Masiello in difesa, Ilicic dal 1'. Fuori Freuler.

Il Brescia ha perso oggi pomeriggio contro la Roma la seconda partita consecutiva, su due, della gestione Fabio Grosso. Per la gara non era stato convocato Mario Balotelli, a seguito di un litigio con il tecnico un paio di giorni fa.

Dopo la sconfitta dell'Olimpico, Fabio Grosso ha parlato così di Mario Balotelli.

"Con Balotelli ci ho parlato all'inizio. Io sono l'allenatore di una squadra e Mario può essere protagonista se alla base ha la voglia, la determinazione e l'entusiasmo di voler mettere a disposizione dei compagni tutte le altre caratteristiche che lui ha sempre fatto fatica ad utilizzare. Se lui c'è o non c'è lo decido io dopo che lo ha deciso lui".

Il tecnico del Brescia cerca di spronare l'attaccante, evidenziando anche tutte le lacune che possiede.

"Nella prima partita c'è stato, poi abbiamo avuto dieci giorni per allenarci. Lui sa di avere le qualità per fare bene però quando sei in fondo alla classifica come noi c'è bisogno di tante cose, non solo quelle di un giocatore che sa fare goal e tirare forte in porta quando riesce a ricevere il pallone. Se non si mette a disposizione, la squadra fa fatica a sorreggerlo".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...