Briatore: "Avrei preso subito Leclerc al posto di Kimi"

Jonathan Noble
motorsport.com

Il monegasco già alla prima stagione con Maranello ha dimostrato il suo enorme valore, dunque il manager piemontese è convinto che potesse essere già sulla Rossa nel 2018, anno in cui debuttò al volante della Sauber marchiata Alfa Romeo.

"Leclerc è giovane, ha due gran palle e lo sta dimostrando - ha detto Briatore al podcast della F1 'Beyond the Grid' - Credo che se fossi stato alla Ferrari l'avrei preso immediatamente al posto di Raikkonen, con Kimi si sa che non si va da nessuna parte e non vincerai mai nulla. Io avrei preso questo rischio, Charles è veramente un ragazzo fortissimo".

Per Briatore il fatto che Leclerc non abbia una gran esperienza, ma sia già su una vettura competitiva, lo metta in una posizione inferiore rispetto a Lewis Hamilton e Max Verstappen.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Leclerc al momento non può essere giudicato, mentre Verstappen lo ritengo il pilota più incredibile per il modo in cui supera e combatte da gladiatore".

Hamilton è ad un titolo solo dal record di Michael Schumacher, ma secondo il 69enne di Cuneo i due non sono comparabili.

"Michael ha dovuto lottare con gente come Ayrton Senna e Nigel Mansell quando è arrivato in Formula 1, la competizione era altissima. Ora lo è di meno, saranno in due o tre i piloti bravi... E' un livello inferiore rispetto ad allora. Lewis non ha pressioni da parte di nessuno dei suoi avversari, di fatto passeggia..."

"E' una cosa uguale per tutti, quando qualcuno si avvicinava a Schumacher, sbagliava. Anche Fernando Alonso lo faceva, è normale se qualcuno ti pressa. Hamilton è veramente fantastico, un pilota super, ma vince facendo un po' il tassista. Lui e Verstappen sono comunque le due stelle della F1".

Potrebbe interessarti anche...