Brignone, lettera agli italiani: "Tutti insieme ce la faremo"

Adx
Askanews

Roma, 12 mar. (askanews) - "Cari italiani io ho vinto la mia sfida nello sport! Assieme vinceremo questa difficilissima sfida contro il coronavirus". Inizia con parole di incoraggiamento la lettera della sciatrice Federica Brignone, che ieri ha conquistato la Coppa del mondo dopo l'annullamento delle gare previste nel fine settimana ad Aare, in Svezia, dovuto al diffondersi del coronavirus. "Ora uno sguardo al futuro - aggiunge la campionessa - Proprio per il modo in cui questa stagione si è conclusa, sento già di aver voglia di ricominciare ad allenarmi. Per confermare quello che ho fatto, consapevole che non sarà facile ripetersi, ma l'emozione di tenere una coppa del mondo in mano ascoltando l'inno di Mameli prima o poi la voglio proprio provare"

Brignone spiega di non aver parlato ieri, dopo la notizia della vittoria, perché "la conquista della classifica generale mi ha mandato in totale confusione. In quel momento avevo solo voglia di staccare per scaricare tutta la tensione degli ultimi mesi vissuti sempre pensando alle gare, agli allenamenti, a stare concentrata sugli obiettivi". "Dodici ore dopo mi sento più lucida - prosegue -, anche se devo preparare le valigie, rispondere a mille domande e capire come tornare a casa. Vincere la Coppa generale era un sogno, il mio sogno più grande. Come molti altri atleti dello sci ho sempre pensato che una Coppa del Mondo abbia più valore di una medaglia mondiale o olimpica, perché premia la costanza, la bravura lungo un'intera stagione e non in un'unica giornata. Il mio vero obiettivo è sempre stata la coppa di gigante, ma in questi giorni, nelle ultime tre gare, avrei dato tutta me stessa anche in parallelo e in slalom per provare a conquistare quella assoluta". (segue)

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...