Brozovic dà l'addio a Bicanic: chi tratterà il suo rinnovo con l'Inter?

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Comincia una nuova vita sportiva per Marcelo Brozovic. No, il centrocampista croato non ha lasciato né il calcio, né l'Inter, ma ha messo fine ad un rapporto lavorativo che durava da tanto tempo. Quello con il procuratore Miroslav Bicanic, colui che lo portò in nerazzurro dalla Dinamo Zagabria nel 2015 grazie ad una operazione in prestito (3 milioni di euro) con obbligo di riscatto a 5 milioni.

Brozovic in azione contro il Cagliari | ALBERTO PIZZOLI/Getty Images
Brozovic in azione contro il Cagliari | ALBERTO PIZZOLI/Getty Images

E adesso Brozovic, centrale (in tutti i sensi) nel progetto tecnico di Antonio Conte, ha il contratto da 3,5 milioni di euro in scadenza il 30 giugno 2022. Una cifra che dopo 6 anni deve essere rivista a fine stagione, chiaramente a cifre superiori. Il centrocampista croato non ha intenzione di cambiare aria - ha spiegato La Gazzetta dello Sport - dopo aver superato i vecchi problemi e per parlare del nuovo contratto bisognerà attendere la fine della stagione quando, si spera con lo scudetto in tasca, papà Ivan Brozovic arriverà a Milano per discutere con la dirigenza nerazzurra. E i tifosi sperano che si concluda con una stretta di mano "epica".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.