Bruno Fernandes è un fenomeno: il Milan sfiorato due volte e il rimpianto della Juve, ecco com'è andata

Daniele Longo
·2 minuto per la lettura

I suoi continui movimenti tra mediana e fronte d’attacco, dove ama inserirsi, lo rendono un giocatore praticamente unico nel suo genere. Ormai non ci sono più dubbi: Bruno Fernandes è al momento il miglior centrocampista del mondo. 'The Brutal One' lo hanno già ribattezzato i tabloid inglesi all'indomani del poker rifilato dal Manchester United alla Real Sociedad in Europa League, Non sazio, ha messo la firma sul clamoroso successo per 6-2 sulla Roma con una doppietta d'autore. Sono ben 26 le marcature stagionali alle quali vanno sommati 16 assist. Numeri impressionanti, che però non bastano per corroborare il suo impatto sul gioco dei Red Devils, regista avanzato e primo finalizzatore della manovra. Qualcuno aveva storto il naso rispetto agli 80 milioni di euro sborsati dal Manchester United per strappare questo talento classe 1994 allo Sporting Lisbona, oggi sembrano persino pochi.

Ascolta "Bruno Fernandes, il Milan sfiorato due volte e il rimpianto della Juve" su Spreaker.

MILAN SFIORATO IN DUE OCCASIONI - L'Italia non ha conosciuto la sua versione migliore, colpa di un'esperienza e di un fisico da affinare: solo sprazzi di classe pura tra Novara, Udinese e Sampdoria ma mai quella continuità mostrata negli ultimi tre anni. Bruno Fernandes è stato vicino al Milan in due occasioni: la prima, nel 2015, su felice intuizione dell'allora ds Rocco Maiorino e una seconda nell'estate del 2019. Con un André Silva che faticava a trovare la propria dimensione, i rossoneri, nella figura di Paolo Maldini, avevano parlato con Jorge Mendes, procuratore dell'attuale centravanti dell'Eintracht. L'idea era quella di inserire l'attaccante per abbassare le richieste economiche dello Sporting Lisbona. Una missione che poteva cambiare la storia recente del club rossonero ma che si concluse con un nulla di fatto.

RIMPIANTO JUVENTUS - Anche la Juventus ha seguito e trattato a lungo Bruno Fernandes sia quando giocava nell'Udinese che prima del passaggio al Manchester United. Fabio Paratici se ne era innamorato, calcisticamente parlando, per la tecnica, la duttilità, il senso del goal ed anche perché conosce la nostra Serie A. Ora solo pensare a un nuovo assalto è impossibile, la valutazione sfonda il muro dei 120 milioni di euro.. Il Manchester United si gode il suo campione, la Juventus recrimina per quello che poteva essere ma non è stato.