Bulgaria-Italia, le pagelle di CM: Sensi non va. Locatelli, magia decisiva

Federico Albrizio
·3 minuto per la lettura

Bulgaria-Italia 0-2

ITALIA

G. Donnarumma 6: para senza fatica su Galabinov in avvio, è l'unico 'pericolo' verso la sua porta. Nella ripresa chiude in uscita bassa, ma su un'azione di fuorigioco e comunque non valida.

Florenzi 5,5: super contro l'Irlanda del Nord, opaco questa sera a Sofia. Poco incisivo soprattutto in fase di spinta (dal 23' st Di Lorenzo 6: mette ordine, più dedito alla fase di copertura).

Bonucci 6,5: dietro non sbaglia nulla, innesca bene Immobile nel finale di gara con un lancio dei suoi.

Acerbi 6,5: come il compagno di reparto, ferma tutte le iniziative dei bulgari senza affanno. Ha anche una buona occasione in area avversaria, ma non riesce a dare forza al pallone.

Spinazzola 6,5: primi 45' dominanti, fa impazzire Cicinho che non lo vede mai. Nella ripresa Karagaren lo limita, ma nel complesso è tra i più positivi degli Azzurri.

Barella 6: non bene il primo tempo, alza nettamente i giri nella ripresa e spezza sul nascere ogni manovra del centrocampo avversario.

Sensi 5: Mancini lo schiera dal 1', ma il ritmo partita manca e si vede. Un paio di corner ben battuti a testimoniare la qualità tecnica, ma pochi guizzi degni di nota in partita, complice anche un ruolo non più naturale per lui (dal 23' st Locatelli 6,5: entra, tiene bene la linea e impreziosisce la prova con il primo gol in azzurro che chiude l'incontro, uno splendido destro a giro che non lascia scampo a Iliev. Riscattata nettamente la prova poco convincente di Parma).

Verratti 6,5: primo tempo in sordina, cresce in qualità alla distanza e nel secondo tempo prende le redini del centrocampo. Innesca Belotti sul palo, partecipa al raddoppio con un prezioso colpo di tacco che favorisce l'inserimento di Insigne, autore dell'assist (dal 43' st Pessina sv).

Chiesa 5,5: l'arbitro non gli concede un rigore evidente in avvio ed è l'acuto di un buon primo tempo. Nella ripresa si spegne gradualmente, si fa vedere solo per un buon spunto sulla destra che porta a un assist per Belotti (dal 31' st Bernardeschi sv).

Belotti 6,5: sgomita costantemente con i centrali bulgari e conquista con astuzia il rigore al 42', che poi trasforma alla perfezione calciando forte nell'angolo basso alla destra di Iliev. Nella ripresa sfortunato nel colpire il palo, impreciso però quando il pallone gli ricapita sui piedi, finendo per calciare altissimo (dal 30' st Immobile 5,5: ha due occasioni per arrotondare il risultato, in entrambi i casi si fa chiudere dal portiere).

Insigne 6: nel primo tempo è poco servito e non riesce ad accendersi, ma nella ripresa è lui a servire a Locatelli la palla per il raddoppio.

Ct Mancini 6: l'Italia è meno brillante davanti, ma porta a casa altri tre punti preziosi e lo fa sì faticando, ma non soffrendo. Porta ancora una volta inviolata e una sola mezza occasione concessa alla Bulgaria nei novanta minuti, bravo a inserire Locatelli al posto di un Sensi in affanno e premiato con il gol del 2-0 dalla decisione. Mancini si prende il primo posto del gruppo (pari punti con la Svizzera, ma l'Italia è davanti per differenza reti) e intanto si toglie un altro sfizio: sfata il tabù Bulgaria, mai l'Italia aveva vinto qui in trasferta.

BULGARIA

Iliev 6 D. Dimov 5 Antov 6 Bozhikov 6 Cicinho 5 (dal 1' st Karagaren 6) Chochev 6 Kostadinov 5,5 (dal 17' Malinov 6) Vitanov 5 (dal 43' st Rainov sv) Tsvetanov 6 Delev 5 (dal 33' st Iliev sv) Galabinov 6

Ct Petrov 5