C’è la Juventus, Bennacer lancia la sfida: “Siamo il Milan, non il Lecce”

Il centrocampista del Milan si sta risvegliando sotto Pioli: grazie alla vittoria in Coppa d'Africa è tra i dieci finalisti del premio.
Il centrocampista del Milan si sta risvegliando sotto Pioli: grazie alla vittoria in Coppa d'Africa è tra i dieci finalisti del premio.

Undicesimo in classifica a pari punti con l’Udinese, il Milan è atteso da una sfida durissima. Reduce dalla sconfitta patita a San Siro contro la Lazio, i rossoneri domenica sera saranno impegnati sul campo della Juventus. La compagine guidata da Stefano Pioli, sarà quindi chiamata a cercare contro la capolista quel risultato che possa risollevare l’ambiente dopo un inizio di stagione quanto mai deludente e che possa rappresentare un primo cambio di rotta.

Tra i giocatori ai quali il tecnico del Milan potrebbe affidarsi per affrontare i campioni d’Italia c’è Ismael Bennacer che, schierato dal 1’ nelle ultime due uscite, contro i bianconcelesti è stato tra i migliori in campo. Il centrocampista algerino, parlando a La Gazzetta dello Sport, ha svelato in cosa può crescere ancora.

“In passato ho fatto anche la mezzala ma ora, da un anno e mezzo, gioco davanti alla difesa. Un tempo in cui ho imparato tante cose ma ancora troppo poco per dire che vado bene così: so di dover essere più leader, di dover parlare di più come impone il mio ruolo. Devo saper suggerire ai miei compagni le indicazioni migliori, devo capire come gestire i momenti difficili. Oggi parlo già tanto, in campo visto che fuori sono uno silenzioso, ma devo farlo ancora di più. E poi devo crescere tatticamente, nella ricerca della palla, nel sapermi liberare dalla pressione”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Bennacer in estate ha compiuto il grande salto approdando in una big del calcio italiano, ma anche in un ambiente che riserva certamente maggiori pressioni.

“E’ ovvio che Milano è Milano ed Empoli era Empoli. Ma il calcio è uguale da tutte le parti, solo che qui giochi con compagni più forti. Per questo dico che la pressione non mi influenza, credo di saperla reggere bene. Gli errori ci stanno comunque, ma non dipende da dove sei. Ripeto, so di dover crescere e la scelta di venire qui è stata la migliore che avrei potuto fare”.

Il centrocampista del Milan è certo che la sua squadra possa battere la Juventus.

“Certo. La Juve è la Juve ma noi siamo il Milan, non il Lecce. Se loro, Juve e Lecce, hanno pareggiato, noi possiamo vincere. Basta avere lo spirito giusto”.

Bennacer ha spiegato quale può essere l’obiettivo stagionale del Milan.

“Arrivare più in alto possibile, il più vicino alle prime posizioni. Senza dire di più ma sapendo che nella nostra testa l’idea della Champions League e dell’Europa League c’è”.

Potrebbe interessarti anche...