Cagliari, Nainggolan: "All'Inter potevo starci tranquillamente"

Un goal e tre assist in Cagliari-Fiorentina per Radja Nainggolan: "All'Inter mi stanno rimpiangendo? Bisogna chiederlo a loro. La fascia non conta".
Un goal e tre assist in Cagliari-Fiorentina per Radja Nainggolan: "All'Inter mi stanno rimpiangendo? Bisogna chiederlo a loro. La fascia non conta".

Quella di Radja Nainggolan è stata una gara praticamente perfetta: nel 5-2 inflitto dal Cagliari alla Fiorentina spiccano i suoi tre assist ed il gran goal con un tiro dalla distanza che ha piegato le mani a Dragowski, il secondo in campionato dopo quello alla SPAL.

Una prova da leader che ha permesso ai sardi di balzare al terzo posto in coabitazione con la Lazio: il sogno Champions League è più vivo che mai, un'intera isola è in fermento proprio nella stagione che porterà ai festeggiamenti per il centenario del club.

Nainggolan ha parlato al termine della partita anche dell'Inter, ancora proprietaria del suo cartellino che è stato ceduto con la formula del prestito secco. Queste le dichiarazioni riportate da 'La Gazzetta dello Sport'.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Io all’Inter ci potevo stare tranquillamente. Se mi stanno rimpiangendo bisogna chiederlo a loro".

In estate sarebbe potuto andare alla Fiorentina se solo non fosse arrivata la proposta del Cagliari, con cui il rapporto non si è mai interrotto fin dal 2014 con il trasferimento alla Roma.

"Devo innanzitutto ringraziare Montella, ma io avevo dato la parola al presidente Giulini, dicendogli che se fossi andato in un’altra squadra questa sarebbe stata la sua. Una scelta di cuore che mi rende felice".

L'assenza di Ceppitelli ha reso Nainggolan capitano contro i viola: la fascia non è però una priorità per il centrocampista belga.

"È una decisione del presidente, lo disse quando arrivai. Ma non ho bisogno della fascia per sentirmi leader. Certo, mi rendo conto che se faccio una corsa i compagni mi seguono. Cerco di dare l’esempio, degli input ai ragazzi. Ma qui ci stiamo dando tutti una mano: io a loro, loro a me. Non mi aspettavo neppure io di essere lassù. Pensavo che 24 punti li avremmo avuti a marzo".

Potrebbe interessarti anche...