Cagliari, Olsen rischia una maxi squalifica per il finale infuocato di Lecce

Robin Olsen stangato dal giudice sportivo: 4 giornate di squalifica per la lite con Lapadula (squalificato per 2 giornate) e insulti al 4° uomo.
Robin Olsen stangato dal giudice sportivo: 4 giornate di squalifica per la lite con Lapadula (squalificato per 2 giornate) e insulti al 4° uomo.

Gli ultimi maledetti minuti della partita contro il Lecce potrebbero avere conseguenze molto pesanti per il Cagliari: secondo quanto riportato dal 'Corriere dello Sport' Robin Olsen potrebbe subire una maxi squalifica per gli eventi del 'Via del Mare'.

Il portiere svedese in prestito dalla Roma si è reso protagonista di un vero e proprio finale Horror: dopo aver quasi parato il rigore trasformato dal Lecce, ha instaurato una rissa con l'autore del goal Lapadula sfoderando colpi proibiti che si addicono meglio al mondo delle 'Mixed Martial Arts' piuttosto che al calcio. Oltre alla rissa, poi, Olsen ha proseguito nel suo momento di ordinaria follia ingiuriando pesantemente la terna arbitrale ed i tifosi avversari che avevano iniziato a fischiarlo.

Il portiere del Cagliari adesso, come riportato dal 'Corriere dello Sport', rischia una squalifica di tre/quattro giornate di cui una per l'espulsione, due per la condotta ingiuriosa nei confronti del quarto uomo e una per gli insulti all'indirizzo dei tifosi. Olsen a mente fredda si è subito reso conto di aver commesso un grave errore a reagire in quel modo e tramite il suo profilo 'Instagram' ha chiesto scusa a tutte le persone coinvolte ed ai tifosi sardi.

"Sfortunato finale di partita, del quale ovviamente mi scuso con i miei compagni, i miei allenatori ed i nostri tifosi! Non avrei mai voluto lasciarli da soli in questa partita, eravamo vicini ai tre punti dopo una bella prestazione di squadra.. Arrivano nuove partite e io farò tutto il possibile per supportare la mia squadra come sempre".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...