Cagliari-Torino 2-3: Borriello illude i rossoblù, ma il Toro vince in rimonta

Partita fondamentale per il Crotone, tornato incredibilmente in lotta per la salvezza: calabresi sul campo di un Torino che cerca continuità.

In un soleggiato Sant'Elia, il Torino ha conquistato la sua 11ª vittoria in questo campionato, la terza in trasferta, grazie a un 3-2 in rimonta su un Cagliari che non è riuscito a far fronte all'uscita per infortunio del suo bomber Borriello nel finale di primo tempo. Proprio Borriello aveva portato in vantaggio i rossoblù, coi granata a segno invece con Ljajic, Belotti e Acquah; nel recupero il nordcoreano Han ha accorciato le distanze, ma troppo tardi per i sardi.

Rastelli conferma il 4-3-2-1, con João Pedro e Sau alle spalle di Borriello. Cambio di modulo invece per Mihajlovic, che opta per il 4-2-3-1, con Acquah e Baselli in mediana. Il primo tempo è ricco di emozioni. Dopo un colpo di testa in tuffo di Carlao, fuori di poco, al 19' l'arbitro decreta un calcio di rigore per il Cagliari per una spinta dello stesso brasiliano ai danni di Ionita e dal dischetto Borriello porta avanti i sardi. I granata, che perdono Iturbe per infortunio, dopo l'uscita di Borriello, anche lui ko, siglano la rimonta. Prima Ljajic (33') poi Belotti di testa (39') bucano la retroguardia rossoblù.

Nella ripresa il Torino ha giocato più sul velluto, grazie al vantaggio nel punteggio e nel non avere più in campo una una spina nel fianco come Borriello a creare pericoli dalle parti di Hart; il Cagliari, infatti, seppure sempre propositivo e con la voglia di recuperare lo svantaggio, è riuscito solo sporadicamente ad arrivare in area granata con azioni davvero pericolose.

Al contrario, la squadra di Mihajlovic ha costantemente impegnato la retroguardia rossoblù, in particolare con alcuni veloci contropiede nei quali Belotti è stato ben fermato in extremis da Murru. Al 53' il Torino ha trovato anche il terzo goal, con Acquah che ha sorpreso Rafael con una staffilata da fuori area. Proprio Acquah, poi, al 91' è stato espulso per il secondo giallo rimediato con un tackle da dietro su Joao Pedro. Al 95' è arrivato anche il goal di Han, il giovane nordcoreano del Cagliari, che ha chiuso la gara sul 2-3;  il Torino avvicina così la Sampdoria al 9° posto, mentre il Cagliari rimane al 13° posto.

I GOAL

19' BORRIELLO 1-0 - L'arbitro Rocchi concede un calcio di rigore al Cagliari per una spinta di Carlao ai danni di Ionita. Borriello calcia centralmente, Hart intuisce ma non trattiene il pallone, che si insacca alle sue spalle.

33' LJAJIC 1-1 - Pronto pareggio del Torino: azione personale di Ljajic, che penetra centralmente e con un tiro secco da fuori area sorprende Rafael, insaccando sulla sinistra.

39' BELOTTI 1-2 - Dopo essere pervenuto al pareggio, il Torino si porta in vantaggio. Cross teso dalla destra di Zappacosta e stacco vincente a centro area di Belotti, che sceglie il tempo alla perfezione e batte Rafael.

53' ACQUAH 1-3 - Attacca sulla destra il Torino con Iago Falque che serve poi Acquah in posizione centrale fuori area, conclusione di potenza del centrocampista granata e Rafael, che forse non ha visto partire il tiro perché coperto, non riesce ad evitare la segnatura.

95' HAN 2-3 - Grande giocata di Farias che, dal fondo, mette un perfetto cross a centro area dove Han, indisturbato, salta e colpisce bene di testa mettendo il pallone alle spalle di Hart.

I MIGLIORI

CAGLIARI: BORRIELLO

E' lui l'anima dell'attacco rossoblù: segna il goal del vantaggio per gli isolani, ma deve uscire per infortunio e così la squadra di Rastelli perde il suo punto di riferimento in avanti e non riesce più a creare tanti pericoli alla porta di Hart.

TORINO: BELOTTI

Prosegue la sua annata straordinaria. Al Sant'Elia segna il goal del vantaggio granata e rimane, assieme a Dzeko, in testa alla classifica cannonieri.

I PEGGIORI

CAGLIARI: PISACANE

Non proprio la migliore delle sue partite, si è fatto sorprendere troppo spesso dalla velocità degli avanti granata.

TORINO: ITURBE

La sua partita è durata 21 minuti, prima che una probabile distorsione al ginocchoi sinistro lo costringesse a lasciare la gara. Fino a quel momento, però, non aveva certo incantato, anzi nel cambio il Torino ne ha guadagnato, con un Boyé autore di una buona gara.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità