Cairo attacca Agnelli e Marotta: "Sono dei traditori, devono vergognarsi"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

La Lega Serie A si è riunita questo pomeriggio, intorno alle ore 17.30, per discutere della creazione della nuova Superlega Europea, competizione d'elite nata ufficialmente nelle prime ore del 19 aprile 2021 grazie all'accordo stipulato fra dodici club fondatori. Tra questi anche Juventus, Inter e Milan. Clima tutt'altro che sereno tra i rappresentati delle venti società italiane, che non hanno raggiunto un punto di incontro sul destino di bianconeri, nerazzurri e rossoneri. La UEFA valuta l'esclusione dei fondatori della Super League dai tornei nazionali e internazionali.

Il più acceso è stato Urbano Cairo. Il presidente del Torino non le ha mandate a dire ad Andrea Agnelli e Giuseppe Marotta: “È una cosa gravissima concepire un disegno così aggressivo e così negativo verso un’associazione di cui fa parte, anche se poi non avrà successo. Rimane un attentato alla salute di una associazione come la Lega. Se uno come Marotta fa una cosa del genere si deve dimettere dalla Figc subito, immediatamente, e deve vergognarsi. Sei ad dell’Inter, società che ha concepito il concetto Superlega, e non puoi rimanere a rappresentare la Serie A in Figc perché stai attentando alla vita di un’associazione".

Andrea Agnelli | Emilio Andreoli/Getty Images
Andrea Agnelli | Emilio Andreoli/Getty Images

"Non ci riuscirà, ma stai attentando, quindi devi dimetterti e vergognarti. E la stessa cosa vale anche per Agnelli. Sembra che il progetto l’abbiano depositato il 10 gennaio, quindi gli ho detto come puoi venire qui a parlare di solidarietà quando hai sabotato la trattativa con i fondi, sapendo già che stai facendo la Superlega? Come può andare a trattare per l’operazione fondi quando stai già lavorando alla Superlega, ma come si fa? È un tradimento, è Giuda”, ha concluso Cairo ai microfoni dell'Ansa.

Segui 90min su Instagram