Cairo duro sul caso Micciché

Commentando le dimissioni da presidente di Lega Serie A da parte di Gaetano Micciché, il presidente del Torino, Urbano Cairo, non ha risparmiato una dura opinione personale sulla questione: "Non lo so, non credo sia una caso - queste le sue parole riportate dall'Ansa -. Credo sia una cosa non casuale però non ho le prove per dirlo. Però certamente è tutto molto coincidenziale e tutte queste coincidenze lasciano pensare".

"Secondo me Micciché aveva fatto un ottimo lavoro in questi venti mesi, da quando è stato eletto. E poi mi è sembrato tutto molto strumentale, se in venti mesi non ci si è ricordati di una elezione che io ricordo regolarissima, con tutti felici della sua elezione, contenti che finalmente si uscisse da un lunghissimo periodo di commissariamento. La votazione fu a scrutinio segreto e poi per acclamazione furono tutti per lui. Quindi non c'era nulla di irregolare" ha aggiunto Cairo.

"Dopo aver lavorato e fatto cose anche bene, mi sembra una mancanza anche di riconoscenza verso una persona che senza avere nessun beneficio particolare si era resa disponibile per fare un tratto di strada con noi" ha poi concluso il numero uno della società granata.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...