Cairo non molla Belotti: "Nessuno mi ha chiamato. 100 milioni? Spero non arrivino"

Il presidente del Torino Cairo, intervistato da Toro.it ha spiegato la situazione di Hart, il cui futuro granata dipende ormai solo dal Man City.

Dopo tre partite consecutive a segno, contro il Chievo Andrea Belotti è rimasto a secco di goal, ma nondimeno rimane lui il bomber del Torino e continua a guidare la classifica marcatori assieme al romanista Dzeko con 25 goal.

Ed è lui l'attaccante che tutti vorrebbero avere, ma che il presidente Urbano Cairo non intende cedere. "Mi faccio sempre dare l'elenco degli accrediti - ha affermato il patron granata ai microfonidi 'Tutti Convocati', programma di 'Radio 24' - e ho visto che sono venuti a vedere le nostre partite gli addetti di tante belle squadre. Per il momento, però, nessuno mi ha telefonato per chiedermi Belotti".

L'attaccante granata ha una clausola rescissoria molto sostanziosa, ma Cairo si augura che nessuno voglia attivarla... "Cento milioni di euro sono tanti - ha proseguito - ma spero non arrivino. Io sono molto contento che rimanga con noi".

Contro il Chievo è arrivata una vittoria esterna che ha portato il Torino a quota 48 punti, nono posto in classifica. La stagione granata è stata costellata di alti e bassi, ma Cairo è fiducioso che siano state messe le basi per un futuro luminoso, anche grazie ai goal del suo bomber... "Stiamo facendo una bella squadra - ha detto ancora il presidente - Belotti fa trenta goal con noi e andiamo in Europa... poi va al Mondiale fa dieci goal e lo vinciamo, ma non dite al mio vecchio mister, Ventura, che l'ho detto, perché non voglio mettergli pressione".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità