Calcio, Commisso: "Disgustato da arbitri". Nedved: 'Solite scuse'

adx/sam
Askanews

Roma, 2 feb. (askanews) - Botta e risposta tra il presidente della Fiorentina Commisso e il vicepresidente della Juventus Pavel Nedved. "Sono disgustato: non ho mai parlato in questi termini, ma oggi sono arrabbiatissimo per quel che è successo con l'arbitro", dice Commisso dopo la sconfitta in casa della Juventus: "Con 350 milioni di parco giocatori, la Juve non ha bisogno dell'aiuto dell'arbitro - ha detto il presidente viola - Con Inter e Genoa c'erano due rigori per noi e non sono andati al Var, qui sono andati e si è visto.. Il primo rigore forse poteva esserci, il secondo assolutamente no. Non è possibile che gli arbitri decidano le partite".

A Commisso ha risposto Nedved: "Commisso ha tutto il mio rispetto, ma devo dire che si sta usando un po' troppo la scusa degli arbitri con la Juventus". "Si dice che la Juve non vince con merito, siamo abbastanza stufi di questo, perché la Juve ottiene risultati giocando bene, facendo tutto sul campo per vincere. Perciò dobbiamo smetterla quando si gioca contro la Juve di farsi degli alibi".

La lite è poi proseguita su Sky. "Commisso deve prendersi una tazza di tè, - ha detto Nedved a Sky Sport - capisco che fosse su di giri, ma non si fanno certe dichiarazioni, fanno male al calcio e allontanano la gente dagli stadi, da questo sport che è bellissimo. Ora c'è anche il Var". Informato dell'invito ironico di Nedved, nella mixed zone dell'Allianza Stadium Commisso ha replicato: "Se lo prenda lui un tè".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...