Calcio: Gentile (legale Lazio) su caso tamponi, 'sentenza equa e basata sul diritto'

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Siamo soddisfatti, riteniamo che sentenza sia equa e basata sul diritto". Gianmichele Gentile, uno dei legali della Lazio, si esprime così all'Adnkronos sulla sentenza della Corte Federale d'Appello della Figc che ha parzialmente accolto i reclami proposti dal presidente del club biancoceleste Claudio Lotito, dai medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia e dalla società, determinando la sanzione in 2 mesi di inibizione per Lotito e in 5 mesi di inibizione per Pulcini e Rodia. "Nel caso la Procura Figc ricorresse al Collegio di Garanzia, noi ci difenderemo -prosegue Gentile-. Come abbiamo fatto noi ricorso al Collegio di Garanzia lo possono fare anche loro. Ne hanno diritto anche se, a mio parere, da parte della Procura Figc siamo di fronte ad un accanimento giudiziario mai visto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli