Calcio, la Scozia vieta i colpi di testa agli Under 12

adx/sam

Roma, 16 gen. (askanews) - La Scozia vieterà ai bambini al di sotto dei 12 anni di colpire il pallone di testa. La decisione sarà ufficializzata nel mese di febbraio dalla Scottish Football Federation (SFA) che ufficializzerà il divieto riguardo agli allenamenti degli under 12 a causa dei rischi di demenza in età adulta. Uno studio dell'Università di Glasgow su ex calciatori scozzesi dello scorso mese di ottobre ha scoperto che avevano una probabilità 3,5 volte maggiore di morire di malattie neurodegenerative rispetto alla media.

"Ci sono domande sul limite di età, secondo la speculazione, sarebbe di 12 anni. Ciò significa che un bambino di 13 anni può colpire di testa senza rischi. Come facciamo a sapere che lo è?", ha reagito in un comunicato stampa Peter McCabe, presidente dell'associazione Headway che combatte le malattie neurodegenerative. "Quindi c'è un urgente bisogno di fare ulteriori ricerche per capire quali sono i rischi, se del caso, di colpire la testa un pallone da calcio moderno", ha aggiunto.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...