Calcio, svolta in Norvegia: stessa paga per uomini e donne

Le calciatrici della Nazionale femminile norvegese (Getty)

In Nord Europa sono molto più avanti in tema di parità di diritti tra uomo e donna. Anche nello sport. La nazionale di calcio femminile norvegese, per la prima volta, guadagnerà quanto quella maschile. Una svolta in Norvegia che, di fatto, diventa il primo Paese in cui gli stipendi sono uguali.

Sconvolgente: dormire sull’autobus, stipendi miseri, condizioni inaccettabili. Per favore sosteneteci”. Questo era l’appello lanciato su Twitter dall’account dell’Unione mondiale delle calciatrici. In questo caso l’appello è stato ascoltato. I calciatori di Oslo, che fino ad oggi percepivano l’equivalente di 700mila euro annui, dal 2018 si abbasseranno lo stipendio per equipararlo a quello delle atlete donne. I compensi scenderanno a circa 639mila euro e le buste paga della Nazionale femminile saliranno, partendo dagli attuali 330mila euro.

I ringraziamenti sono arrivati dalla campionessa Caroline Graham Hansen, membro della Nazionale dal 2011 che su Instagram ha scritto: “Questo può essere forse un piccolo sacrificio per voi, nei nostri confronti. Può darsi che non compaia neppure nelle vostre buste-paga mensili. E forse era per voi una mossa ovvia da fare! Tuttavia, per noi significa tutto! Per la nostra squadra! Per il nostro sport! E non ultimo, per tutte le atlete che fanno lo stesso lavoro, lo stesso sport degli uomini, ma vengono pagate di meno! Il fatto che diciate che una paga uguale sia la cosa giusta, mi fa desiderare di gridare e di abbracciarvi tutti. Grazie per aver fatto questo passo per noi. Per aver dimostrato equità ed averci aiutato tutte a inseguire i nostri sogni. A farli avverare!”.

La Norvegia ha fatto il primo passo, adesso la palla passa a Danimarca e Usa dove si sta negoziando un trattamento migliore per le atlete donne. La nazionale danese “in rosa” ha annullato una partita amichevole contro l’Olanda dopo un’accesa discussione sulle paghe. Negli Stati Uniti è stato riconosciuto un bonus per le vittorie alle calciatrici e sostegno finanziario in caso di gravidanza. Gli uomini, però, guadagnano ancora molto di più. Fino ad oggi, perché adesso tutte le calciatrici si augurano di sfruttare l’assist norvegese.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità