Calcio, Trentalange nuovo presidente Aia

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Alfredo Trentalange è il nuovo presidente dell'Aia. L'ex arbitro all'Assemblea elettiva ha ottenuto 193 voti, contro i 125 del presidente uscente Marcello Nicchi. Due le schede bianche.

"Un grandissimo grazie, non è semplice da questo momento pensare a tutti noi come una squadra. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo evento, dall'ultimo al presidente dell'Aia, a cui devo dire veramente grazie perché mi ha insegnato tantissime cose. Il percorso che ha fatto è stato pieno di valori, di impegno, e quello che lui ha dato a questa associazione resterà per sempre nel mio cuore. Questo applauso è a Marcello Nicchi". Queste le parole del nuovo presidente dell'Aia nel suo discorso all'Assemblea dopo l'elezione. "Oggi noi proviamo a fare squadra, voi siete i miei presidenti, voi siete l'Aia, vi prego di chiamarmi presidente d'ora in poi solo se ci sono dei problemi, se mi chiamerete Alfredo io capirò che possiamo condividere quello che non è ancora un problema", ha proseguito l'ex arbitro internazionale.

"Noi qui possiamo condividere, confrontarci come in uno spogliatoio e dirci tutto quello che abbiamo nel cuore. Fuori siamo dei modelli, per i più giovani. Noi abbiamo avuto davanti a noi delle altre persone che sono state dei modelli e credo che dobbiamo restituire ai giovani quello che gli altri ci hanno dato, non è difficile, si può fare. Siamo un po' come degli alberi che possono perdere le foglie ma mantenere sempre le radici. Noi possiamo cambiare delle idee ma mantenere i nostri principi. Questo dobbiamo fare per il bene nostro e dell'Aia", ha detto ancora Trentalange.