Calciomercato Juventus, l'arrivo di Matuidi apre nuovi orizzonti tattici

Dopo una lunga riflessone, e diverse piste sondate, la scelta finale della Juventus è ricaduta nuovamente su Blaise Matuidi del Paris Saint Germain, che dunque rinforza il centrocampo bianconero rappresentando la pedina mancante e a lungo inseguita da Marotta.

Con lo sbarco di Matuidi a Torino, Max Allegri si ritrova tra le mani un centrocampista duttile; mancino, imponente fisicità, buona tecnica e interessanti letture negli inserimenti. D'altro canto, il ruolino di marcia con il Psg parla chiaro: 300 presenze e 35 goal. Quantità e un po' di qualità.

PS Juve

La Juventus, dopo aver venduto Paul Pogba al Manchester United, avrebbe voluto affidare l'eredità del 'Polpo' proprio a Matuidi. Caratteristiche differenti, non a caso nella nazionale francese coesistono nell'impianto metodista ideato da Didier Deschamps, ma anche delle analogie soprattutto in termini di lavoro sporco.

PS Modulo Juve

Gli uomini della Continassa, optando per gli innesti di Douglas Costa e Federico Bernardeschi, hanno voluto rinforzare sensibilmente le rotazioni offensive. Il 4-2-3-1, sistema di gioco base, in Supercoppa Italiana ha scricchiolato. E, non a caso, la Juventus dopo la sconfitta di Roma ha deciso di fare sul serio per Matuidi. Lecito, dunque, pensare anche al centrocampo a tre, magari nell'ottica di un 4-3-2-1. Le alternative tattiche, con l'acquisto dell'ex Saint-Etienne, non mancherebbero. Non resta che attendere le mosse di Allegri e vedere come il nuovo innesto verrà posizionato in campo. Magari, chissà, già dalla 1^ giornata contro il Cagliari.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità