Calciomercato Milan, Donnarumma: "Futuro? Ci pensano Raiola e il club"

Goal.com

Quell'intervento al 92' su Milik ha probabilmente consegnato lo Scudetto alla Juventus e, allo stesso tempo, scomodato il dg bianconero Marotta che lo ha definito il "degno erede di Buffon": una domenica da ricordare per Gianluigi Donnarumma, tornato a far parlare di sé per le sue prestazioni in campo.

Troppo spesso infatti si è discusso di lui per questioni che col rettangolo verde non c'entravano affatto: colpa delle voci sul suo futuro che potrebbe essere lontano dal Milan, in virtù del sempre più probabile arrivo di Pepe Reina a parametro zero.

E lo stesso Donnarumma non ha contribuito ad allontanare le voci incontrollate su un suo addio, divincolandosi da tutto ciò che non riguarda il lato tecnico: "Non so nulla di mercato, a quello pensano il mio agente e la società. Il mio pensiero è soltanto quello di lavorare come ho sempre fatto".

A San Siro l'incrocio con Reina, con tanto di complimenti: "Ci siamo abbracciati perché siamo amici, è un grandissimo portiere. Se è degno di farmi da secondo? Non saprei...".

In estate potrebbe così andare in scena il passaggio di consegna delle chiavi della porta rossonera, a patto che il Milan non decida di puntare su due portieri di assoluto livello per creare una sana competizione, a prescindere dall'esborso economico che per quel ruolo risulterebbe decisamente oneroso.

Intanto Donnarumma può godersi pienamente le 100 presenze in Serie A a soli 19 anni, un traguardo di cui deve andare fiero. Prima di pensare al futuro ci sono ancora sei partite che diranno tutto sulla stagione del Milan e sul proseguo rossonero dello stesso Gigio che potrebbe dipendere dalla conquista o meno di un posto in Europa League.

Leggi altri articoli

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità