Calciomercato Milan, 'rebus' De Sciglio: Juventus e Napoli in agguato

Colloquio Mirabelli-De Sciglio: contratto in scadenza nel giugno del 2018, il terzino del Milan ha espresso l'intenzione di andare via.

In casa Milan si chiacchiera tanto del futuro di Gigio Donnarumma, in scadenza nel 2018, sondato dai più importanti club europei. Ma se il prossimo capitolo riguardante l'estremo difensore azzurro è ancora tutto da scoprire, anche sul fronte Mattia De Sciglio regna totale incertezza.

Lanciato nel grande calcio da Massimiliano Allegri, il laterale lombardo è finito concretamente nel mirino della Juventus. Qualche sondaggio andato in scena nell'ultima sessione estiva, timido approccio – per sostituire Patrice Evra – a gennaio.

Strada in salita, difficile lasciar partire un profilo così duttile, munito anche di margini di crescita considerando le 24 primavere. Farsi scappare un giocatore simile, munito di pedigree internazionale valutando l'ottimo Europeo disputato in Francia, è una prospettiva che non intriga il Diavolo; impegnato a trovare la quadra in termini di rinnovo.

La sensazione è che l'entourage di De Sciglio, così come Mino Raiola per Donnarumma, abbia deciso di temporeggiare. Insomma, tutti vogliono capire in che mani finirà il Milan e, di conseguenza, quale sarà il progetto sportivo. Il terzino milanese vanta un ottimo feeling con l'ambiente e, proprio per questo motivo, vorrebbe proseguire l'avventura sotto il Duomo. Viceversa, se dovessero continuare a regnare gli interrogativi, le alternative non mancherebbero.

In Italia, oltre alla Juventus, pure il Napoli non ha mai smesso di monitorare la faccenda, a maggior ragione se l'intero quadro dovesse confluire in una vera e propria occasione di mercato. Musica per le orecchie dell'a.d. bianconero, Beppe Marotta, sempre in prima linea a valutare la bontà del movimento nostrano. De Sciglio, come dicevamo, con Allegri vanta un rapporto speciale e – se il tecnico livornese dovesse rimanere sotto la Mole – questo aspetto potrebbe avere la sua bella valenza.

Il dentro o fuori si consumerà entro la fine della stagione corrente, estendere il discorso potrebbe rivelarsi una strategia rischiosa. In parole povere: vietato perdere il giocatore a costo zero. Il Milan starebbe valutando anche la possibilità di una cessione all'estero, ma in questo momento gli accostamenti sarebbero perlopiù flebili.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità