Calciomercato Milan, suggestione Aubameyang? Galli: "Era il più forte"

Filippo Galli ricorda Pierre Emerick Aubameyang a 'Il Corriere dello Sport': "Era il migliore insieme a Darmian". Suggestione Milan per lui?

Poteva prendere una piega nettamente diversa la carriera di Pierre Emerick Aubameyang: l'attuale bomber del Borussia Dortmund venne acquistato nel 2007 dal Milan che lo inserì subito nella sua squadra Primavera con cui ebbe un ottimo impatto.

L'esordio in prima squadra però non avvenne mai e, dopo una serie di prestiti, venne ceduto definitivamente al Saint Etienne che lo riscattò nel 2011 pagando appena 1 milione di euro.

Un vero e proprio rimpianto per la società milanista che però starebbe pensando di 'rimediare': secondo 'Il Corriere dello Sport' infatti, la nuova proprietà dei rossoneri vorrebbe regalare subito un colpo di assoluto livello ai tifosi e Aubameyang rispecchierebbe proprio questo obiettivo.

Una suggestione niente male, che farebbe felice anche Filippo Galli, attuale responsabile del settore giovanile del Milan, intervistato in esclusiva da 'Il Corriere dello Sport': "Aubameyang aveva dei numeri di spessore, anche se nel mio Milan schierato con 4-2-3-1 giocava nel tridente offensivo largo a destra. Eventualmente poteva anche fare da seconda punta. Era sempre molto disponibile, desideroso di imparare, Pierre leggeva molto bene tutte le fasi di gioco della partita. Insieme a Darmian era l’elemento tatticamente di spicco della mia squadra".

In prima squadra era quasi impossibile ritagliarsi dello spazio: "Si trattava del Milan di Ancelotti reduce dal successo di Atene contro il Liverpool in Champions League. In attacco c’erano una qualità e una quantità incredibili: Inzaghi, Kakà, Pato, Gilardino... Si vedeva che era un attaccante completo. Segnò anche 7 reti in 5 partite disputate in Malesia nella Champions League riservata alle più importanti squadre giovanili".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità