Calciomercato Napoli, in porta si parla polacco: Skorupski se salta Szczesny

La Roma deve ancora scegliere il vice Alisson, promosso titolare: il mal di panchina di Skorupski apre all'ingaggio del pararigori Diego Alves.

I pali del Napoli, dalla prossima stagione, potrebbero parlare polacco. Szczesny resta l'obiettivo numero uno, ma nella rosa di candidati a raccogliere l'eredità di Reina spunta anche Lukasz Skorupski.

Classe '91, anche a San Siro si è confermato para-rigori e in costante ascesa rispetto al suo arrivo in Italia: a portarlo nel Belpaese fu la Roma, abile a prelevarlo nel 2013 dal Gornik Zabrze, per poi testarne il talento con un prestito biennale all'Empoli dopo due annate da comprimario in giallorosso.

Dal 2015 Skorupski difende i pali dei toscani, dove si è messo in mostra catturando l'interesse di diversi club: tra questi, come riporta 'Sky', c'è anche il Napoli alla ricerca di un profilo capace di succedere ad un Reina divenuto meno affidabile rispetto al passato.

In pole, come detto, rimane sempre Szczesny che la Roma non riscatterà dall'Arsenal e per il quale servono circa 20 milioni: Giuntoli ha pronto un contratto di 5 anni, per poi accingersi a trattare sul prezzo del cartellino con i 'Gunners'.

Qualora la pista saltasse gli azzurri virerebbero sul connazionale Skorupski, anche se bisognerà capire le intenzioni dei capitolini. Per una porta 'made in Poland'.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità