Calciomercato Roma, Kalinic rende più complicato il discorso Mariano Diaz

Nikola Kalinic non ha intenzione di lasciare la Roma a gennaio: rifiutate le offerte di Newcastle e Bordeaux. In caso di cessione c'è l'idea Piatek.
Nikola Kalinic non ha intenzione di lasciare la Roma a gennaio: rifiutate le offerte di Newcastle e Bordeaux. In caso di cessione c'è l'idea Piatek.

Rafforzare il reparto offensivo sarà una delle priorità della Roma a gennaio, a quanto pare però l’impresa sarà tutt’altro che semplice.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport infatti, Petrachi sta lavorando sia per la sessione di calciomercato invernale che per quella estiva e, per quanto riguarda la prima, i suoi margini di manovra saranno molto limitati.

La Roma potrà accogliere nuovi elementi solo in prestito e a patto che parta qualcuno alleggerendo il monte ingaggi. Al momento, Pastore, Juan Jesus e Kalinic sono i principali indiziati per un’eventuale cessione a gennaio, ma i loro addii non sono affatto scontati.

La volontà dei giocatori di restare a Roma, ma anche il loro ingaggi elevati, rendono ogni discorso più complicato ed è per questo motivo che al momento è complicato pensare ad un rinforzo in attacco.

Kalinic, dopo l’esperienza negativa all’Atletico Madrid, preferirebbe non lasciare il club giallorosso per poi rimandare ogni riflessione sul futuro a giugno e senza la sua partenza diventa molto più difficile immaginare di poter investire su gli obiettivi per il reparto avanzato, primo su tutti Mariano Diaz del Real Madrid.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...