Calciomercato, De Sciglio-Milan ai ferri corti: Juventus pronta all'offensiva

Quanto accaduto domenica a San Siro ha ulteriormente deteriorato il rapporto tra il Milan e De Sciglio: la Juve ci prova, Allegri 'main sponsor'.

Il matrimonio tra Mattia De Sciglio e il Milan sembra essere giunto al passo d'addio. Grossi fischi al momento della sostituzione contro l'Empoli, battibecco con alcuni tifosi all'uscita del garage di San Siro. Epilogo che dovrebbe sfociare, considerando il contratto in scadenza nel 2018, nella partenza estiva.

Il neo diesse rossonero, Massimiliano Mirabelli, nel pomeriggio odierno ha avuto modo di incontrare privatamente il 24enne terzino milanese. Obiettivo: fare il punto della situazione. E, dalle prime ricostruzioni, sembrerebbe che De Sciglio abbia espresso il desiderio di provare una nuova avventura professionale. Il capolinea lavorativo non consente ai meneghini di poter attuare una grande prova di forza, ecco perché gli immediati titoli di coda dovrebbero sfociare nella via maestra.

Il giocatore, mai entrato pienamente nell'ordine delle idee di sposare il progetto meneghino, vorrebbe salutare il Duomo per cambiare aria e, soprattutto, effettuare il salto della consacrazione. Al Milan, tra alti e bassi, De Sciglio ha dimostrato di poter diventare un profilo importante, senza però trovare mai la tanto agognata continuità.

Questione, probabilmente, anche di carattere. Non a caso, dandogli grande fiducia agli Europei transalpini, Antonio Conte è riuscito a mettere l'attuale rossonero nella giusta carreggiata, accarezzando pure l'idea di spalancargli le porte di Stamford Bridge. Nulla da fare, offensiva decisa e decisiva su Marcos Alonso, ex Fiorentina, alle prese con un'ottima prima stagione tra le fila del Chelsea.

De Sciglio, a meno di grosse novità, non farà parte del rilancio rossonero. E il Milan, di conseguenza, dovrà intevenire sul mercato per regalare a Vincenzo Montella un esterno basso che possa giocare in entrambe le fasce. Detto questo, sullo sfondo, attenzione alla Juventus.

Sponsor di lusso: Max Allegri. Il tecnico toscano, senza remore, ha lanciato il laterale azzurro nel grande calcio e, a detta dei ben informati, nell'ultima sessione estiva avrebbe chiesto agli uomini di corso Galileo Ferraris di provare a trovare un'intesa con chi ne detiene attualmente il cartellino. Insomma, l'interessamento della Vecchia Signora c'è ed è lampante.

Resta da capire, in un quadro sempre più spinoso per il club di via Aldo Rossi, come possa essere apparecchiata la tavola. Marotta e Paratici annusano la grande occasione a cifre contenute, mentre Fasssone e Mirabelli preferirebbero dialogare con un club estero. Prematuro ragionare attorno ad un eventuale prezzo, ma in corso Galileo Ferraris, dopo aver temporeggiato, cercheranno concretamente la strada dell'accordo.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità