Calhanoglu risorsa per l'Inter: c'è in agenda un incontro per il rinnovo

L'uomo in più. Hakan Calhanoglu in questa prima parte di stagione è stato uno dei pochi a non venire risucchiato nel vortice negativo dell'Inter, aggrappandosi alle sue qualità, non solo tecniche. L'errore in occasione dell'1-1 nel derby contro il Milan non si dimentica e resta una macchia sulla sua annata, ma complessivamente il turco è stato uno dei pochi a salvarsi quando la barca ha fatto acqua. Contro il Barcellona è stato il migliore in campo, per il gol segnato, che ha regalato a Inzaghi tre punti fondamentali per allontanare la crisi e per prendersi il momentaneo secondo posto alle spalle del Bayern Monaco, per una prova perfetta in fase di costruzione e interdizione, in ruolo, quello del regista difensivo, che conosce ma nel quale resta comunque adattato.

RINNOVO - Una risorsa estremamente duttile per l'Inter, che nella pausa per il Mondiale in Qatar convocherà il suo agente per iniziare a parlare di rinnovo. Il tempo di certo non manca, l'ex centrocampista di Amburgo e Bayer Leverkusen, portato in Italia dal Milan nel 2017, ha il contratto in scadenza nel 2024 e in nerazzurro sta benissimo, ma l'intenzione è quella di arrivare a un accordo prima dell'inizio del 2023-24, per evitare brutte sorprese. Calhanoglu in estate ha ricevuto sondaggi da Nottingham Forest, Everton e Newcastle, che non ha preso in considerazione. Vuole restare all'Inter, resta però da trovare un'intesa economica, a cifre diverse dai 5 milioni di euro netti attuali.