Cambio al vertice per il Bayern Monaco: Kahn sarà presidente dal 2022

Goal.com
L'ex fuoriclasse tedesco diventerà il nuovo presidente del Bayern dal 2022: entrerà nello staff dirigenziale già nel 2020.
L'ex fuoriclasse tedesco diventerà il nuovo presidente del Bayern dal 2022: entrerà nello staff dirigenziale già nel 2020.

Undici anni dopo il ritiro dal calcio giocato e l'addio al Bayern Monaco, Oliver Kahn è pronto a tornare nella squadra che lo ha reso uno dei portieri più forti di tutti i tempi. Compiuti i cinquant'anni, l'ex fuoriclasse tedesco è pronto ad entrare nello staff dirigenziale del club bavarese. Per poi diventarne il presidente.


Kahn farà parte già da gennaio 2020 del Bayern come dirigente, dunque dal 2022 raccoglierà il testimone di di Karl-Heinz Rummenigge nel ruolo di CEO e presidente. Nessun colpo di scena, visto che già nel 2028 si vociferava di un possibile ritorno del classe 1969 in tale ruolo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Come ovvio Kahn si è detto felicissimo della scelta fatta dal Bayern:

" È un grande onore per me entrare a far parte del consiglio di amministrazione del club e successivamente diventare presidente. Ringrazio il consiglio e Uli Hoeness per la fiducia. Sono profondamente legato a questo club che ha plasmato la mia vita".

Il dirigente tedesco ha già pronto il suo piano per i prossimi anni:

"Successo sportivo ed economico, lealtà verso i tifosi e senso di responsabilità nei confronti della storia e dei valori del club: questo è il Bayern. Per il futuro mi piacerebbe sviluppare ulteriormente questi valori".

Al Bayern dal 1994 al 2008, Kahn è riuscito a vincere tutto con il club tedesco, diventando uno dei portieri simbolo degli anni '90 e secondo molti il miglior interprete del ruolo nella storia del calcio tedesco. Ora proverà a diventare leggendario anche dalla parte della scrivania.

 

Potrebbe interessarti anche...