Caos a luci rosse, tentativo di estorsione ai danni del Pocho Lavezzi

Yahoo Notizie
(Photo by VCG/VCG via Getty Images)
(Photo by VCG/VCG via Getty Images)

Dopo essersi fatto strada per anni tra le difese avversarie che tentavano di arginare la sua corsa ed imprevedibilità, ora tocca a lui difendersi dagli attacchi. I primi mesi dopo l’addio al calcio giocato non sono stati proprio come immaginati dal Pocho Lavezzi che, secondo quanto riferito dal Clarin, ha denunciato di aver subito estorsioni a sfondo sessuale.

Come riporta il quotidiano argentino l’ex Napoli ha ricevuto delle minacce tramite i social da parte di alcuni estorsori che hanno svelato di essere in possesso di materiale video e testuale dell’attaccante e della nuova compagna Natalia Borges. Per ogni materiale sarebbe stata chiesta una somma di 5 mila dollari ad entrambi, motivo per il quale il Pocho ha deciso di avanzare denuncia.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Non è una novità per l’ex Psg e Napoli che già nel 2014, poco dopo aver partecipati ai Mondiali, dovette far fronte a delle minacce rivolte a lui e all’allora fidanzata Yanina Screpante.

Lavezzi e Natalia, secondo quanto svelato dal Clarin, si sono immediatamente rivolti all'avvocato Mauricio D'Alessandro e hanno iniziato le consultazioni giudiziarie, che si sono concluse con due denunce nell'ufficio del procuratore della criminalità informatica a Buenos Aires da parte della dott.ssa Daniela Dupuy e della giustizia investigativa. I crimini sotto inchiesta sono estorsione e diffusione di immagini private.

Una persona vicina all’ex attaccante argentino ha svelato che "il Pocho è calmo, anche se attento all'evolversi della vicenda. La sua preoccupazione è che si venga a sapere il meno possibile. Quando ha assunto il suo avvocato, gli ha fatto firmare un contratto di riservatezza".

Potrebbe interessarti anche...