Caos Dazn: lo stop alla doppia utenza è concreto e la Serie A non può opporsi. Ecco cosa cambia

·2 minuto per la lettura

Dazn vuole cambiare il modo in cui i propri abbonati fruiscono del servizio attualmente in essere. La concessionaria dei diritti tv della Serie A, finora e probabilmente anche per le prossime settimane concedeva la possibilità ai propri utenti di poter vedere lo stesso evento in contemporanea su due dispositivi a patto che l'utenza "user e password" fosse la stessa. I vertici della società OTT hanno però in mente una rivoluzione radicale che eliminerà la visione contemporanea dello stesso evento su più dispositivi, qualunque essi siano.

IL CAMBIO SUL SITO - ​Non è una svolta già approvata, ma un'idea che Dazn ha da tempo e che, di fatto, in parte è preannunciata dal cambio di dicitura apparso in questi giorni sul proprio sito web. Al posto di ​“Con un’unica sottoscrizione Dazn si sdoppia: potrai guardare due contenuti – uguali o differenti – allo stesso momentonella sezione "abbonamento" rimane la dicitura: ​"L’abbonamento dà diritto all’utilizzo del Servizio DAZN su un massimo di due (2) dispositivi contemporaneamente". Di fatto sparisce la dicitura "uguali o differenti" che è ciò che permetterebbe a due persone di vedere un evento live come una partita di Serie A in contemporanea.

LA SERIE A NON PUO' FAR NULLA - Una scelta che sta scatenando la polemica degli abbonati con minacce di disdette e proteste lanciate soprattutto da quei gruppi famigliari che condividono lo stesso account. La mossa di Dazn è però mirata a colpire non queste situazioni, bensì la vera e propria compravendita di sottoutenze che nel mercato della pirateria già avviene. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, inoltre, la Lega Serie A al momento non si esprimerà sulla vicenda in quanto non può materialmente opporsi a una decisione presa da una società che è licenziataria dei diritti tv sulle modalità di ritrasmissione degli stessi, sempre a patto che questi vengano poi distribuiti regolarmente e senza problemi di visione.

COSA CAMBIA - Ma di fatto per un abbonato a Dazn cosa potrebbe cambiare? Se la modifica andrà in porto l'accesso all'applicazione sarà ancora consentito su due dispositivi contemporaneamente, ma non sarà consentita la visione dello stesso evento in contemporanea. Nella pratica (useremo nomi di fantasia) Gigi sul divano sta vedendo Inter-Juventus tramite la tv, Maria in camera non potrà vedere Inter-Juventus dal suo tablet. Maria potrà però guardare Como-Brescia o un qualunque altro evento presente nel bouquet dell'offerta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli