Caos Dazn: pronto un mese gratis solo per chi ha segnalato il blackout. Oggi ne discute anche la Lega

·1 minuto per la lettura

Un fatto grave, sui cui pesa la fortissima aggravante di quanto avvenuto un mese fa. Il blackout di Dazn nella giornata di sabato, con l'app che non ha trasmesso Inter-Cagliari e Verona-Lazio, vede amplificate polemiche e dubbi dopo l'assegnazione dei diritti tv della Serie A alla piattaforma streaming per l'intero triennio 2021/2024. Una questione che verrà affrontata oggi in Lega: in un'assemblea convocata per deliberare sull'unica sala Var, infatti, verranno chiesti lumi e informazioni sul guasto di Dazn. Lo riporta Repubblica, che spiega come ad agire saranno, in particolare, quei club che durante l'asta per i diritti tv si erano opposti all'app: Genoa, Sampdoria, Crotone e Sassuolo. I contratti della Lega non prevedono penali, ma la questione di un piano B è più attuale che mai. Come? Tramite un backup su una piattaforma più stabile e affidabile: Dazn si rifiuta di pensare a Sky e nei giorni scorsi ha trovato un accordo con il gruppo Cairo per due canali sul digitale terrestre.

RISARCIMENTO - In casa Dazn, intanto, si studia il risarcimento per coloro che domenica non sono riusciti a vedere le due partite in programma. Repubblica spiega che la piattaforma offrirà un mese gratis solo chi ha segnalato effettivi problemi nella giornata di domenica. Chi ha inoltrato reclamo, infatti, verrà esentato dal pagamento di un mese di abbonamento: manca l'ufficialità su forma e tempi del provvedimento, ma l'indicazione è chiara.