Caos Napoli, l'appello di Fico: "Ora serve unità"

webinfo@adnkronos.com

Serve un ''atto di maturità'', ora "è il momento dell'unità", bisogna mettere da parte i ''personalismi" e guardare avanti per il bene della città. Roberto Fico, presidente della Camera, parla all'Adnkronos da tifoso azzurro. Anche lui è preoccupato della piega che sta prendendo il 'calcio Napoli'. L'ammutinamento dei giocatori dopo il pareggio in Champions con il Salisburgo ha aperto una profonda ferita tra società e calciatori, gettando scompiglio nell'ambiente, con i tifosi in rivolta e la panchina di Carlo Ancelotti in bilico. Fico lancia un appello a tutti: ''Questo è il momento di restare uniti, per il bene della squadra e per il bene dei tifosi napoletani che tanto amano la loro squadra".  

Si schiera con il presidente Aurelio De Laurentiis o con la squadra? "Rispondo da tifoso della squadra della mia città -premette Fico- dicendo che questo è proprio il momento di dimostrare, da parte di tutti -mi riferisco a giocatori, allenatore e dirigenza- l'unione".  

L'unità, infatti, assicura, serve "per fare andare bene il Napoli che tanti napoletani amano". "L'atto di maturità più grande che si può fare ora -insiste l'esponente pentastellato- è via i personalismi e gli egocentrismi: pensiamo alla squadra, alla città, allo sport. Noi amiamo così tanto il calcio e il nostro Napoli, dobbiamo farlo andare avanti. Questo, lo ripeto, è l'unico obiettivo che giocatori, dirigenza e allenatore devono avere, nessun altro". Mister Ancelotti deve restare a Napoli? "Secondo me devono rimanere tutti e lavorare'', taglia corto Fico rinnovando il suo appello all'unità.  

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...