Caos rinvii, Marotta: "No alle porte chiuse tra una settimana"

Goal.com
Si è tenuto a Roma il Consiglio della Lega Serie A. Marotta, al termine, ha spiegato: “Juventus-Inter si dovrebbe giocare domenica o lunedì”.
Si è tenuto a Roma il Consiglio della Lega Serie A. Marotta, al termine, ha spiegato: “Juventus-Inter si dovrebbe giocare domenica o lunedì”.

Sono giornate estremamente complicate queste per il calcio italiano. La decisione di rinviare ben sei partite del 26° turno del campionato di Serie A a seguito dell’emergenza Coronavirus, dopo che in precedenza si era stabilito il loro svolgimento a porte chiuse, ha lasciato dietro di se una lunga scia di polemiche.

Il caso più clamoroso ha riguardato il rinvio di Juventus-Inter, cosa questa che nelle scorse ore ha portato ad un vero e proprio botta e risposta tra il club nerazzurro e la Lega Serie A.

Beppe Marotta, parlando ai microfoni di QSVS, è tornato sull’argomento, facendo il suo punto sulla situazione.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

“Nel corso della settimana ci sono stati dei confronti e la cosa strana è che la Lega nella giornata di giovedì abbia emesso un comunicato con il quale aveva calendarizzato cinque partite a porte chiuse, salvo poi, nel giro di 48 ore, disattendere quanto era stato richiesto al Ministero di competenza, alla Federazione e al CONI”.

L’amministratore delegato dell’Inter non ha voluto parlare di possibili pressioni da parte della Juventus.

“Sarebbe un discorso molto complicato. Io dico solo che per una decisione così importante la Lega avrebbe dovuto convocare un’Assemblea straordinaria. La cosa è stata fatta solo oggi per mercoledì e questa è un’anomalia. La decisione è stata quindi presa in maniera sbagliata è questo quello che io contesto. Nessuno vuole giocare a porte chiuse ma, vista la situazione che si è venuta a creare, ritengo che le porte chiuse erano probabilmente uno strumento indispensabile”.

Tra le varie possibilità c’è quella che Juventus-Inter venga recuperata il 9 marzo.

“In sede di Consiglio, noi abbiamo chiesto nelle scorse ore alla Lega di elaborare due o tre criteri nuovi da presentare all’Assemblea in programma mercoledì. Il tutto deve essere vagliato dall’Assemblea, insieme alle altre possibili soluzioni. Quello che conta è che venga confermata e riaffermata la regolarità del campionato. Se non si è giocato a porte chiuse questa domenica, non si dovrebbe giocare a porte chiuse nemmeno la settimana successiva. Bisogna armonizzare e rendere più credibile il calendario. Ci sono squadre come Inter e Sassuolo che non hanno giocato le ultime due partite, mentre ad esempio la Lazio le ha giocate tutte. La cosa può portare ad uno squilibrio del momento che alcune gare vengono giocate, altre rinviate ed altre ancora si disputano con il pubblico”.

Potrebbe interessarti anche...