Caos in Serie C: manca l'allenatore, Rieti-Reggina non si gioca

Il Rieti, pronto a scendere in campo con la Berretti, si è presentato senza tecnico: dopo un'ora il match è stato ufficialmente annullato.
Il Rieti, pronto a scendere in campo con la Berretti, si è presentato senza tecnico: dopo un'ora il match è stato ufficialmente annullato.

L'ennesima vergogna. Ancora una volta, la Serie C entra nel caos: Rieti-Reggina, di cui tanto si è parlato anche negli scorsi giorni, non si gioca. E il motivo è incredibile: i padroni di casa si sono presentati senza un allenatore autorizzato a sedersi in panchina.


Il Rieti aveva già deciso di scendere in campo con la formazione Berretti al posto della prima squadra. Colpa del caos societario in cui sta versando il club laziale, tanto da indurre i calciatori a non presentarsi contro la capolista del girone C. Sarebbe stata con ogni probabilità una goleada in stile Cuneo-Pro Piacenza. Ma la gara, inizialmente in programma alle ore 15, alla fine non si è nemmeno giocata.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il motivo? Il Rieti si è presentato senza un vero allenatore: come riporta la 'Gazzetta dello Sport', il tecnico Bruno Caneo è tornato a casa sua mentre il vice Antonio Maschio si è dato malato. L'allenatore della Berretti, Lorenzo Pezzotti, colui che si sarebbe dovuto sedere in panchina, non è invece in possesso del patentino UEFA B. Una farsa.

Farsa che, come sottolinea il presidente Gravina, la FIGC ha fatto di tutto per evitare dopo quanto accaduto nel recente passato.

"Nel dover constatare purtroppo che a Rieti sono venute meno le condizioni per portare avanti un progetto serio nel calcio professionistico, la mancata disputa della gara Rieti-Reggina conferma come le norme che abbiamo introdotto meno di sei mesi fa hanno impedito il verificarsi di una farsa e che si falsasse il campionato. Non si scherza più, basta prese in giro, lo avevamo promesso a tutti i protagonisti del nostro mondo, primi su tutti i tifosi: gli sciacalli non hanno diritto di cittadinanza nel calcio italiano”.

Poco dopo le 16, dopo un'ora di riunioni, con i giocatori della Reggina in campo a far riscaldamento, il direttore generale amaranto Andrea Gianni si è così presentato all'emittente ufficiale del club comunicando ufficialmente: "La partita non si gioca".

Alla Reggina, già prima nel raggruppamento, dovrebbe essere ora assegnato il 3-0 a tavolino. Medesimo discorso, ma al contrario, per il Rieti. Il quale, in caso di secondo episodio simile domenica prossima ad Avellino, rischia ora di essere escluso dal campionato di Serie C già a novembre.

Potrebbe interessarti anche...