Caos sottosegretari, Conte: "Datevi una mossa"

Yahoo Notizie
(AP Photo/Francisco Seco)
(AP Photo/Francisco Seco)


Sta facendo pressing affinché si trovino, e alla svelta, i nomi dei sottosegretari del governo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si è consultato con Luigi Di Maio e Dario Franceschini affinché si arrivi a una decisione finale già venerdì 13 (e non, invece, martedì 17, come gli avevano chiesto dal Movimento 5 stelle).

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Capisco le difficoltà, ma dobbiamo chiudere e metterci subito a lavorare — ha tuonato il capo dell’esecutivo — Non possiamo bloccare i ministeri, in apertura della sessione di bilancio".



Il rischio, se i tempi si dovessero troppo dilatare, è infatti che il governo giallo-rosso non possa cominciare a lavorare, che la propaganda di Matteo Salvini guadagni terreno, che il caos aumenti, che dall'opposizione del centrodestra crescano le polemiche. Et cetera, et cetera, et cetera. Coi tempi che corrono, insomma, bisogna stare attenti a ogni mossa.

L'ordine del giorno, durante il colloquio iniziato alle 9:30 a Palazzo Chigi, è quindi: "Nomina dei sottosegretari di Stato; - varie ed eventuali".

In extremis potrebbero esserci sorprese, ma per il momento sembra che ai pentastellati andranno 22 sottosegretari e al Pd 18 (o 17, a seconda delle mosse di LeU).



Fra i papabili compaiono, per esempio, i nomi delle ministre uscenti Elisabetta Trenta (all'Interno) e Barbara Lezzi, ma anche personaggi sconosciuti ai più come Roberta Alaimo alla Pa, Adriano Varrica ai Trasporti, Andrea Giarrizzo all'Innovazione.

Al Viminale potrebbero arrivare alla fine solo due sottosegretari ("per tenere basso il tasso di presenza politica", suggeriscono alcuni), scelti tra tanti contendenti, fra cui, in primis, il Dem Emanuele Fiano.

Nel Pd, confermati più o meno al 100%, salvo modifiche dell'ultimo momento, incarichi a Marina Sereni, Anna Ascani, Debora Serracchiani. Mentre tra la fila renziane fanno capolino nomi come quello di Piero De Luca, figlio del governatore campano Vincenzo, Roberto Cociancich e Ivan Scalfarotto.


Potrebbe interessarti anche...