Caos Superlega, anche JP Morgan fa marcia indietro: 'Valutato male accordo e impatto sul mondo del calcio'

·1 minuto per la lettura

Il fallimento del progetto Superlega continua ad avere ripercussioni non solo dal punto di vista calcistico ma anche dal punto di vista finanziario e a rimetterci è anche il colosso finanziario J.P. Morgan, che ora fa un passo indietro. La Banca d'Affari inglese, che si era offerta di finanziare l'intero progetto almeno fino al 2025, attraverso un suo portavoce ha sconfessato l'iniziativa: "Abbiamo chiaramente valutato male come questo accordo sarebbe stato visto dalla comunità calcistica e quale impatto avrebbe potuto avere su di essa in futuro. Impareremo da questo", recita la nota.

DECLASSATA - Una mossa che fa seguito ai primi colpi incassati da J.P. Morgan nelle scorse ore: Standard Ethics, una delle agenzie di rating sulla sostenibilità più autorevoli nel campo, ha infatti immediatamente declassato il rating della storica banca americana che passa da EE- (adeguato) a E+ (non conforme).