Capello bacchetta Conte: "Non ha motivo di chiedere rinforzi, i colleghi sarebbero felici di allenare quella rosa"

Stefano Bertocchi
·2 minuto per la lettura

L'ex allenatore Fabio Capello, è protagonista di una lunga intervista al Corriere dello Sport. Si parte parlando di Milan: "Il Milan ha un bravo allenatore e giocatori leader capaci di aiutare gli altri a crescere, stimolandone la voglia di rischiare. Del resto quella è una società che storicamente ha costruito i propri trionfi sulla abilità di far maturare talenti. Baresi, Maldini, Filippo Galli, Costacurta, Evani, Albertini... Ora magari si guarda più all'estero ma dal settore giovanile arrivano Calabria e il capitano, Donnarumma. Senza dimenticare che alla guida dell'area tecnica c'è Paolo Maldini" dice Capello, che poi approfondisce anche altri temi.

Fabio Capello | Boris Streubel/Getty Images
Fabio Capello | Boris Streubel/Getty Images

L'INTER - "Ho battezzato la squadra di Conte favorita al titolo. E confermo il mio giudizio. Ma questa è e resterà il campionato dell'incertezza. Ci sono a mio parere 5 squadre che si contendono i primi 4 posti, ovvero scudetto e zona Champions: Inter, Milan, Juve, Atalanta e Roma. Conte non ha motivo di chiedere rinforzi, ora più che mai, senza le coppe. I colleghi sarebbero felici di allenare quella rosa. E mi pare che anche lui lo abbia detto. D'altra parte la gestione del gruppo sarà il nodo decisivo per l'Inter".

CR7 - "Se la Juve sta risalendo in classifica anche senza il suo fuoriclasse, significa davvero che sta tornando ai suoi livelli".

MILIK - "Qui mi viene in mente l'adagio del mio presidente, Silvio Berlusconi: 'Bisogna sapersi fare concavi o convessi a seconda delle circostanze'. Non voglio chiamarlo capriccio: mi pare che la società abbia però preso una strada, o si fa così per forza o si fa così... e in questo modo si è fatta male da sola".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!