Capello: "Secondo rigore Juve era inesistente"

webinfo@adnkronos.com
Adnkronos

"Il secondo rigore è inesistente nella maniera più assoluta, non era neanche 50 e 50. Quello non era rigore. Mi meraviglia il Var, è lì che va posto il problema e risolto. In certi momenti siamo molto fiscali e forse questo esaspera gli animi di qualcuno. Bisognerebbe forse fischiare un po' meno, all'inglese. La posizione di Commisso mi sembra un po' esagerata". Fabio Capello, ospite di 'Radio anch'io Sport' su Rai Radio1, entra così nelle polemiche arbitrali legate al match di ieri tra Juventus e Fiorentina, con 2 rigori assegnati ai bianconeri dall'arbitro Pasqua. 

Sulla corsa scudetto, l'ex allenatore bianconero dice: "Inter e Lazio sono due squadre che non si accontentano, lo si vede nella mentalità, e questo è importante per squadra e tifosi. La Juve deve stare attenta, come rosa e giocatori è superiore a tutti ma non deve rilassarsi, non deve giocare con sufficienza sperando sempre in Cristiano Ronaldo".  

Su chi può essere l'anti-Juve, il tecnico friulano aggiunge. "L'Inter ha messo in rosa giocatori importanti che non fanno la differenza come Lukaku e Lautaro ma che può permettere alla squadra di arrivare alla fine freschi e con tutta la rosa a disposizione. Il numero di giocatori è quello invece che manca alla Lazio". La rivale n.1 dei bianconeri "potenzialmente è l'Inter anche sei ieri ha sofferto a Udine. I friulani hanno avuto occasioni e c'è stata una partita molto dura. Sul piano fisico i nerazzurri non hanno avuto lo strapotere fisico che di solito hanno. Ottima vittoria che riporta l'Inter a vincere dopo tanti pareggi", precisa Capello. 

"Ieri mi è piaciuta la Lazio anche se davanti aveva una Spal ferma che gli ha permesso di fare quello che voleva. Mi è piaciuta la condizione e la velocità", conclude. 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...