Capello su Higuain: "Non lo facevo giocare perchè era un ragazzino"

Goal.com

Ogni allenatore ha la propria idea riguardo i giovani. C'è chi li butta nella mischia sin da subito e chi invece ha bisogno di un po' di tempo per fidarsi di loro. Chiedere a Fabio Capello, che durante la sua seconda avventura al Real Madrid non voleva affidarsi a Marcelo e Gonzalo Higuain.

L'ex tecnico di Juventus e Roma ha infatti parlato di quel 2006/2007 in cui il Real Madrid acquistò nel calciomercato invernale il 19enne Higuain, il ventenne Gago e il 18enne Marcelo. Quest'ultimo ha fatto la storia dei Blancos, ma all'inizio era visto come tropo giovane, alla pari del Pipita.

Intervistato da AS, Capello ha svelato il retroscena relativo all'inverno e alla primavera del 2007:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"La seconda volta che venni al Real Madrid il presidente ingaggiò Marcelo, Gago e Higuain. Mi chiese perché non li facevo giocare e io risposi che erano ragazzini. Bisognava aspettare, potevano fare la storia ma in seguito".

Alla fine Higuain giocò 19 gare, quasi tutte da subentrante, segnando due goal. A maggio il Real Madrid si laureò Campione della Liga e la decisione di Capello di utilizzarli senza caricare i nuovi arrivati di eccessive pressioni venne elogiata. L'argentino è poi diventato uno degli attaccanti più letali del globo, mentre Marcelo il top tra terzini sulla fascia mancina.

Se Higuain giocò 19 gare, il più giovane dei tre, Marcelo scese in campo in sole sei occasioni, vincendo comunque la Liga alla pari di Gago, ex Roma che indossò la casacca blanca in tredici gare prima di diventare imprescindibile nelle due stagioni successive, senza Capello in panchina.

Potrebbe interessarti anche...