Carnevali: 'Locatelli-Juve? Si tratta dopo l'Europeo e all'estero fanno sul serio. Raspadori incedibile, come Scamacca. Su Berardi...'

·1 minuto per la lettura

L'amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali è pronto a proiettarsi verso un'estate da protagonista, diviso tra la scelta del successore di Roberto De Zerbi e le tante voci di mercato sui gioielli più ambiti del club emiliano. Queste le sue parole a Tuttosport:

"Locatelli alla Juve? Manca l'offerta giusta che accontenti tutti. E' vero che l'anno scorso i bianconeri si sono mossi per lui, ma più recentemente gli interessi più concreti sono arrivati dall'estero. Mi sembra che facciano sul serio. Cercheremo di accontentare Locatelli, ma non abbiamo l'esigenza di cedere nessuno; Manuel, nel caso, preferiremmo venderlo senza inserire giocatori e vorremmo rimandare ogni trattativa a dopo l'Europeo".

Su Raspadori: "Ho provato un orgoglio immenso per la sua convocazione all'Europeo. E sono convinto che da lassù anche il patron Squinzi, il vero artefice del progetto Sassuolo, abbia provato le stesse sensazioni. Non ha prezzo, nel senso che non lo vogliamo vendere, resta al 100%. Il Sassuolo punta sui giovani e lui deve consacrarsi con noi, come Scamacca".

Infine una battuta su Berardi: "Mi auguro che faccia benissimo all'Europeo, ma spero che resti. E' la nostra bandiera, il nostro Totti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli